Sci di fondo | 26 novembre 2020

Fondo - Pellegrino è pronto: "Spero di trasformare i punti interrogativi in esclamativi"

L'azzurro ha vissuto un'estate complicata a causa di un infortunio ma ha buone sensazioni alla vigilia della stagione: "Quest'anno farò ancora maggiore attenzione nella mia specialità per tornare molto in alto"

Foto di Flavio Becchis

Foto di Flavio Becchis

Domani mattina, con la qualificazione alla sprint, partirà la Coppa del Mondo di sci di fondo. Ovviamente in Italia occhi puntati soprattutto su Federico Pellegrino, che scalpita in vista della nuova stagione.

L'azzurro delle Fiamme Oro vi arriva reduce da una preparazione non prima di intoppi, come l'infortunio muscolare accusato in Germania nel mese di agosto, che l'ha frenato per diverse settimane. «Sarà la mia ennesima Ruka di inizio stagione - ha affermato il valdostano all'ufficio stampa della FISI - rispetto al passato, questo è forse l'anno nel quale arrivo con i maggiori punti interrogativi, che spero di sostituire con punti esclamativi. Le sensazioni sono buone, ma finchè non vedo la classifica non so dire francamente cosa aspettarmi. E' stata una preparazione particolare, cominciata prima perchè la scorsa stagione è finita come sappiamo, a cui è seguito uno stop di mezza estate per un problema fisico risolto e un autunno un po' diverso rispetto al solito».

L'azzurro ha ben chiari i suoi obiettivi: «La pista è la stessa di sempre e la conosco bene. Sicuramente gareggerò sabato nella 15 km in tecnica classica e probabilmente domenica nla 15 km in tecnica libera, ma la mia concentrazione soprattutto è sulla sprint di venerdì. Dopo cinque anni consecutivi in cui sono finito sul podio finale, l'anno scorso sono arrivato quarto e un po' mi brucia ancora, quest'anno farò ancora maggiore attenzione nella mia specialità per tornare molto in alto».

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: