Biathlon | 28 novembre 2020

Biathlon - Emozione Lægreid: "In allenamento non sparo così bene, ma quando indosso il pettorale succede qualcosa"

Il giovane '97 ha vinto la sua prima gara in Coppa del Mondo: "Ancora non mi rendo conto, volevo solo avere un ritmo regolare e sparare nel miglior modo possibile"

Foto IBU

Foto IBU

All’inizio della passata stagione era fuori dalla squadra e in Coppa di Norvegia, da lì si è conquistato un pettorale per l’IBU Cup e infine la Coppa del Mondo, nel finale della passata stagione. Sturla Holm Lægreid aveva già impressionato nelle sue prime uscite sul finale della scorsa Coppa del Mondo, nelle quali aveva ottenuto 13°, 15°, 10° e 11° posto commettendo un solo errore al tiro.

Dopo la gara di oggi è a 79 bersagli colpiti su 80 tentativi, ma soprattutto ha già ottenuto il primo successo in Coppa del Mondo. Un’autentica favola quella del classe ’97. «Non riesco ancora a rendermi conto, è come se volassi – ha affermato Lægreid a NRK subito dopo la gara – oggi mi ero concentrato soltanto nel tenere un ritmo regolare sugli sci nei vari giri e sparare nel miglior modo possibile. Non avevo nemmeno pensato alla possibile posizione finale».

Alla posizione ha iniziato a pensarequando i tecnici a bordopista gli hanno comunicato i tempi e soprattutto la posizione: «È stato incredibile sentire lungo il percorso che ero all’altezza di Tarjei e Johannes. Poi ho preso la testa. È stato pazzesco ricevere quel messaggio».

Lægreid ha ammesso di essere lui stesso sorpreso delle sue prestazioni in gara: «In allenamento non sparo così bene, ma quando ho il pettorale addosso succede qualcosa»

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: