Biathlon | 28 dicembre 2020

Biathlon - World Team Challenge: Russia in testa dopo la mass start, Wierer e Hofer sono quarti

La coppia formata da Pavlova ed Eliseev ha chiuso in testa la mass start a coppie che ha aperto l'evento, che si chiuderà più tardi con la pursuit; Italia quarta a 1'09", ma i tempi saranno dimezzati per l'inseguimento

Biathlon - World Team Challenge: Russia in testa dopo la mass start, Wierer e Hofer sono quarti

A Ruhpolding, dove dopo alcuni anni è tornato il World Team Challenge, che ha dovuto abbandonare per quest’anno Gelsenkirchen, una fitta nevicata ha accolto gli atleti impegnati nella kermesse natalizia del biathlon. Al via dieci coppie, anche se rispetto ad altre occasioni sono assenti Norvegia e Francia.

L’Italia regolarmente al via con la collaudata coppia formata da Dorothea Wierer e Lukas Hofer, che vinse due anni fa nello stadio dello Schalke 04, prima di conquistare uno splendido argento mondiale nella single mixed relay ad Östersund sempre nel 2019.

Il programma è stato aperto dalla mass start, che tra poco sarà seguita dalla pursuit con distacchi dimezzati.

Mass start a coppie che ha sorriso alla Russia, che in un periodo storico certamente molto complicato è riuscita a togliersi questa piccola soddisfazione con Pavlova e un ottimo Eliseev. Alle loro spalle a 18” Preuss e Schempp, mentre l’Austria ha chiuso terza a 50” con Hauser ed Eberhard e l’Italia a 1’09” con Wierer e Hofer. La coppia azzurra si è messa alle spalle la Germania di Herrmann e Doll sesta, a causa dei tanti errori soprattutto di Denise Herrmann.

LA CRONACA

Wierer ha iniziato male la sua giornata commettendo un doppio errore nella prima serie a terra, arrivando così al cambio a 31” da Preuss, in testa davanti all’ucraina Vita Semerenko. Nella seconda frazione l’Italia si è riavvicinata con un ottimo Hofer che con il suo cinque su cinque ha chiuso la frazione al quinto posto a 22” da Pidruchnyi, davanti a Schempp, Eliseev e Doll.

La terza frazione ha visto l’immediato riscatto di Wierer, splendida a coprire tutti i bersagli in piedi a grande velocità e prendersi la testa, sfruttando l’errore di Preuss, i due di Pavlova e i tre di Herrmann. Al cambio quindi Italia avanti con Germania 2 , Ucraina a 5”, quindi Svezia a 10”. Nel giro successivo, un errore per Hofer in piedi, mentre Schempp non ha sbagliato cambiando con 12” sull’azzurro e 17” sulla Russia, rientrata grazie ad Eliseev.

Nella quinta frazione gli errori a terra di Preuss e Wierer, hanno lanciato Pavlova, che al cambio è arrivata con la tedesca, mentre l’Italia ha chiuso a 10” e Herrmann a 20” con il suo primo zero. Nessun errore in sesta frazione per Eliseev, con la Russia in testa, mentre un errore per Schempp che ha girato cambiando a 17”, così come un bersaglio l’ha mancato anche Hofer, raggiunto da un Doll preciso a terra, che ha dato il cambio a Hermmann a 23”.

Ultima frazione femminile, nella quale al poligono Pavlova è arrivata con un buon vantaggio sul terzetto formato da Preuss, Herrmann e Wierer. La russa ha mancato un bersaglio ed è stata raggiunta da Preuss, capace di chiudere con uno zero, mentre Wierer è caduta in un doppio errore e Herrmann ha girato addirittura tre volte.

Ultima frazione iniziata con Germania 2 in testa con un vantaggio di 5” sulla Russia. Più indietro le altre coppie. Eliseev non ha sbagliato in piedi, prendendosi la testa sfruttando l’errore di Schempp. Alle loro spalle l’Austria con Eberhard che ha commesso un errore al tiro e l’Italia con Hofer che ha mancato due bersagli in piedi.
Al traguardo è arrivato così il successo della Russia con un vantaggio di 18” su Preuss-Schempp, 50” su Hauser-Eberhard e 1’09” su Wierer-Hofer.

Tra mezz'ora la pursuit con tempi dimezzati.

CLASSIFICA MASS START

1 – Pavlova / Eliseev (RUS) 33’15.3 (3)
2 – Preuss / Schempp (GER) +18.2 (4)
3 – Hauser / Eberhard (AUT) +50.2 (8)
4 – Wierer / Hofer (ITA) +1’09.1 (9)
5 – Vita Semerenko / Pidruchnyi (UKR) +1’17.1 (6)
6 – Herrmann / Doll (GER) +1’19.7 (9)
7 – Davidova / Krcmar (CZE) +1’45.6 (8)
8 – Alimbekava / Smolski (BLR) +1’50.1 (7)
9 – Högberg / Stenersen (SWE) +2’26.0 (9)
10 – Häcki / Stalder (SUI) +3’38.9 (10)

PARTENZA PURSUIT
1 – Pavlova / Eliseev (RUS)
2 – Preuss / Schempp (GER) +9”
3 – Hauser / Eberhard (AUT) +25”
4 – Wierer / Hofer (ITA) +35”
5 – Vita Semerenko / Pidruchnyi (UKR) +39”
6 – Herrmann / Doll (GER) +40”
7 – Davidova / Krcmar (CZE) +53”
8 – Alimbekava / Smolski (BLR) +55”
9 – Högberg / Stenersen (SWE) +1’13”
10 – Häcki / Stalder (SUI) +1’49”

 

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: