Biathlon | 28 dicembre 2020

Biathlon - World Team Challenge: sorrisi per la Russia a Ruhpolding con Pavlova ed Eliseev

Successo della coppia russa nella kermesse tedesca davanti alle due coppie padrone di casa. Italia quarta con Wierer e Hofer, con quest'ultimo beffato di un soffio al fotofinish da Doll

Biathlon - World Team Challenge: sorrisi per la Russia a Ruhpolding con Pavlova ed Eliseev

A Ruhpolding, dove dopo alcuni anni è tornato il World Team Challenge, che ha dovuto abbandonare per quest’anno Gelsenkirchen, una fitta nevicata ha accolto gli atleti impegnati nella kermesse natalizia del biathlon. Al via dieci coppie, anche se rispetto ad altre occasioni sono assenti Norvegia e Francia.

L’Italia regolarmente al via con la collaudata coppia formata da Dorothea Wierer e Lukas Hofer, che vinse due anni fa nello stadio dello Schalke 04, prima di conquistare uno splendido argento mondiale nella single mixed relay ad Östersund sempre nel 2019.

È una giornata sicuramente positiva per la Russia, che in un periodo difficile con trentanove gare di Coppa del Mondo consecutive senza alcun podio, è riuscita a togliersi la soddisfazione di vincere con Pavlova ed Eliseev la kermesse tedesca. Certo, non si tratta di una competizione ufficiale, ma è sicuramente un’iniezione di fiducia che serviva alla Russia in vista della seconda parte della stagione dopo aver raccolto tante delusioni.
Alle spalle della coppia russa le due squadre tedesche. Preuss e Schempp hanno concluso a 7” dai vincitori, mentre Herrmann e Doll hanno battuto di un soffio in volata Wierer e Hofer. Le coppia tedesca e quella italiana si sono fatte una bella risata sul traguardo.

Il programma era stato aperto dalla mass start, che aveva visto imporsi sempre la Russia con Pavlova ed Eliseev, di 18” davanti a Preuss e Schempp, mentre l’Austria aveva chiuso terza a 50” con Hauser ed Eberhard e l’Italia a 1’09” con Wierer e Hofer. La coppia azzurra si era messa alle spalle la Germania di Herrmann e Doll sesta, a causa dei tanti errori soprattutto di Denise Herrmann. (Per leggere la cronaca della mass start clicca qui).

LA CRONACA

Si riparte con la Russia in vantaggio di 9” su Germania 2. L’Italia ricomincia con Wierer al quarto posto a 35”. L’azzurra viene presto ripresa da Herrmann partita 5” dopo di lei e le prende immediatamente le code. Lo stesso accade alle loro spalle, con Davidova a tutta e tre atlete che si mettono sulla sua scia. Nella serie a terra Pavlova è precisa pur sparando lentamente, Preuss anche non sbaglia e le due escono insieme dal range. Hauser non fallisce, mentre Wierer commette un errore, a differenza di Herrmann, che è precisa. Cinque bersagli coperti anche da Davidova, che scala diverse posizioni. Al cambio Pavlova avanti appaiata a Preuss, a 13” Hauser, Hermman è a 25”, mentre Wierer è sesta a 40” in scia a Davidova.

Eliseev e Schempp vanno avanti appaiati fino al poligono e sparano all’unisono uscendo dall’aria del poligono assieme. Dietro di loro va in crisi Eberhard con tre errori, mentre Doll non sbaglia. Bene Hofer che copre tutti i bersagli e scavalca Krcmar. Al cambio Germania 2 e Russia sono insieme in testa, alle loro spalle la coppia Herrmann – Doll a 28”, poi Hofer a 36” dopo una bella frazione.

In quella successiva Preuss manca un bersaglio, ma guadagna su Pavlova che sbaglia anche lei un colpo ma è più lenta. Infallibile Herrmann che riapre la gara di Germania 1, ma bravissima anche Wierer che tira fuori un poligono dei suoi sparando con velocità e precisione. Al cambio in testa Preuss con 4” su Pavlova, 6” su Herrmann e 21” su Wierer.  Nella frazione maschile Eliseev si mette alle spalle di Schempp, seguiti a breve distanza da Doll e un Hofer velocissimo sugli sci. Nella serie in piedi Schempp tira fuori un’altra sessione perfetta insieme ad Eliseev. I due se ne vanno, approfittando del doppio errore di Doll. Hofer manca invece proprio l’ultimo colpo, come il bielorusso Smolski. Al cambio è quindi in testa sempre la coppia formata da Germania 2 e Russia, poi l’Italia con Hofer a 37” insieme a Doll, quindi Eberhard e Smolski.

Pavlova e Preuss arrivano nuovamente assieme nella loro seconda serie a terra. Le due aprono all'unisono, Preuss va avanti sempre ad altissimo ritmo, ma questa volta Pavlova le tiene testa anche nello shooting time e se ne va assieme a lei. Bello anche il poligono di Wierer precisa e veloce, ma Herrmann fa altrettanto ed anche Hauser non sbaglia. Al cambio è Germania 2 avanti insieme alla Russia. Alle loro spalle un terzetto a 30” Herrmann con Wierer e Hauser. Nonostante la precisione al tiro, quindi, la coppia di testa ha perso sette secondi.
Sesta frazione con Schempp che accelera e dimostra di essere in netta ripresa dal punto di vista fisico, ma Eliseev ne tiene le code. I due arrivano ancora assieme al poligono. Questa volta però il russo riesce a fare la differenza, con un ottimo shooting time copre tutti i bersagli e se ne va approfittando dei due errori di Schempp. Ne approfitta l’Italia con uno splendido Hofer, che si prende la seconda piazza non commettendo errori, a differenza di Doll che manca un bersaglio. Al cambio, l’Italia è seconda a 24” dalla Russia, poi Germania 2 a 31” e Germania 1 con Austria a 41”.

Inizia così l’ultima frazione femminile. Pavlova avanza in solitudine fino al poligono. In piedi la russa apre sempre al secondo bersaglio da destra, spara velocemente e se ne va. Alle sue spalle Wierer è ancora una volta molto precisa, ma Preuss dopo essere andata velocemente sugli sci, fa altrettanto al poligono agganciando l’azzurro. Perfette anche Hauser e Herrmann che perde qualcosina nei tempi di esecuzione.

Eliseev inizia l’ultima frazione con 24” su Hofer e Schempp, 29” su Eberhard e 34” su Doll. Il russo arriva all’ultimo poligono con ampio margine, così si prende i suoi tempi ma commette un errore sul quarto bersaglio, che però non cambia le cose. Alle sue spalle Hofer prova l’all-in per tentare l’attacco al primo posto ma cade sugli ultimi due bersagli, Eberhard sbaglia anch’egli un colpo, mentre Schempp non fallisce. Al via dell’ultimo giro il russo ha un vantaggio di 10” su Schempp, mentre alle loro spalle Doll e Hofer sono staccati di 33” e si giocano il terzo gradino del podio.

Eliseev riesce così a prendersi la vittoria e festeggiare sul traguardo con Pavlova. Alle sue spalle Schempp secondo con Preuss. Mentre è bellissimo il duello tra Hofer e Doll. L’azzurro supera il tedesco per prendere davanti la salita, ma sul rettilineo finale Doll si affianca sulla sinistra dell’italiano e in spaccata lo brucia di un soffio prendendosi il podio. Quarto posto quindi per la coppia azzurra.

CLASSIFICA FINALE PURSUIT
1 – Pavlova / Eliseev (RUS) 33’06.4 (2)
2 – Preuss / Schempp (GER) +7.1 (3)
3 – Herrmann / Doll (GER) +25.1 (4)
4 – Wierer / Hofer (ITA) +25.2 (4)
5 – Hauser / Eberhard (AUT) +40.1 (7)
6 – Davidova / Krcmar (CZE) +1’39.6 (5)
7 – Häcki / Stalder (SUI) +1’59.8 (4)
8 – Alimbekava / Smolski (BLR) +2’14.7 (8)
9 – Vita Semerenko / Pidruchnyi (UKR) +2’39.6 (7)
 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: