Salto | 04 gennaio 2021

Salto - Granerud si scusa con Stoch: "Dichiarazioni figlie della frustrazione, Stoch è il mio idolo sportivo"

Il norvegese si è scusato per quanto aveva affermato nel post gara: "Non dovrei rilasciare interviste quando sono arrabbiato; non dovevo dire quelle cose; Kamil è uno dei migliori saltatori della storia, ho una complilation con i suoi salti"

Salto - Granerud si scusa con Stoch: "Dichiarazioni figlie della frustrazione, Stoch è il mio idolo sportivo"

Dopo le polemiche sono arrivate le scuse immediate. Anche alcuni commentatori norvegesi avevano criticato Halvor Egner Granerud per le dichiarazioni da lui rilasciate a caldo dopo la gara di Innsbruck, nelle quali aveva utilizzato un tono irrispettoso nei confronti di Kamil Stoch, affermando che era stato solo fortunato e non stava saltando bene.

Lo scandivano ha utilizzato proprio i media polacchi per scusarsi pubblicamente: «Vorrei scusarmi per quello che ho detto - ha affermato a skijumping.pl - sono state delle dichiarazioni generate dalla frustrazione per la mia performance. Kamil Stoch è il mio idolo sportivo. Mi dispiace. Non volevo criticare i suoi salti. La frustrazione veniva dai miei salti di oggi e ai risultati ottenuti in passato qui sul Bergisel, dove mi è sempre mancata la fortuna. Domenica non ho potuto fare dei buoni salti, quindi ero davvero arrabbiato. È stata una giornata difficile. Non dovrei rilasciare interviste quando sono arrabbiato. Mi dispiace, non dovevo dire quelle cose».

Granerud è quindi tornato a parlare di Stoch, ribadendo le sue scuse: «Non avevo intenzione di togliere i meriti di Kamil anche di affermare che la sua forma non è elevata. Kamil Stoch è il mio idolo sportivo. Cerco di seguirlo. Ho visto molti dei suoi salti su YouTube. Nella mia playlist ho una compilation dei suoi salti del Raw Air 2018, che guardo regolarmente. Scusate ancora, Kamil è uno dei migliori della storia».

Questo gesto fa veramente onore a Granerud perché soprattutto in questo periodo storico è rarissimo trovare qualcuno capace ancora di chiedere scusa ed ammettere di aver sbagliato. Imparerà a controllarsi e capire quando è il momento giusto di parlare.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: