Biathlon | 15 gennaio 2021

Biathlon - Daniele Cappellari: "Sugli sci va meglio, ma la strada da fare è ancora lunga"

Il friulano delle Fiamme Oro felice per il quarto posto ma anche convinto di dover crescere ancora: "Sta uscendo fuori il lavoro che abbiamo fatto questa estate, che all'inizio ho pagato di più"

Biathlon - Daniele Cappellari: "Sugli sci va meglio, ma la strada da fare è ancora lunga"

Era rimasto fuori dalla lista dei convocati per la prima trasferta di Coppa del Mondo a Kontiolahti perché indietro di condizione, ma non si è abbattuto, si è allenato con grande serietà ed ora è entrato in forma. Daniele Cappellari ha concluso al quarto posto la sprint di IBU Cup ad Arber, giungendo alle spalle dei tre norvegesi, Aleksander Fjeld Andersen, Filip Andersen e Sivert Guttorm Bakken. Il friulano delle Fiamme Oro si è confermato molto competitivo al tiro, prendendo tutti i bersagli e sparando anche con il miglior tempo di range time, mentre sugli sci ha mostrato di essere in crescita.

«Sono molto soddisfatto di questo quarto posto - ha affermato Cappellari a Fondo Italia - sta uscendo fuori il lavoro che abbiamo fatto questa estate. Ad inizio stagione ho pagato di più, però ora mi sento in crescita. Sono molto contento della gara anche per quanto riguarda il tiro. Ho fatto registrare un buon range e shooting time con zero errori. Inoltre anche i miei compagni di squadra hanno fatto tutti un doppio zero e non so quante volte è capitato». 

Il friulano delle Fiamme Oro vuole però migliorare ancora sugli sci per poter tornare lì dove vuole, in Coppa del Mondo. «Non so quanto sono cresciuto sugli sci, sicuramente va meglio rispetto allo scorso anno. Sono però consapevole che la strada da fare è ancora lunga vedendo anche i nostri due giovani in coppa (Giacomel e Bionaz, ndr). Posso fare un bel salto di qualità».

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: