Sci di fondo | 15 gennaio 2021

Scandalo Doping a Seefeld - Il Dottor Mark Schmidt condannato a 4 anni e 10 mesi!

Il medico tedesco è stato ritenuto colpevole di aver curato con il doping ematico atleti di sport invernali e ciclisti per diversi anni; lo scandalo esplose nel corso del Mondiale di Sci Nordico a Seefeld

Scandalo Doping a Seefeld - Il Dottor Mark Schmidt condannato a 4 anni e 10 mesi!

A due anni di distanza dallo scadalo doping esploso durante il Mondiale di Sci Nordico a Seefeld, Mark Schmidt è stato condannato a 4 anni e 10 mesi di carcere. Il dottore tedesco è stato ritenuto colpevole di aver fatto dopare atleti di alto livello. Inoltre il Tribunale di Monaco gli ha anche imposto un divieto professionale di tre anni e una multa di 158mila euro.

Il Giudice ha ritenuto che da diversi anni il medico curasse atleti degli sport invernali e ciclisti usando le pratiche del doping ematico, mentre in un’occasione somministrò a un ciclista di mountain bike anche una sostanza non approvata per l’uso umano. Il 42 enne è stato quindi condannato per aver messo a rischio la salute di queste persone.

Nella causa penale sono stati giudicati colpevoli anche quattro collaboratori del medico di Erfurt. Dirk Q ha ricevuto 2 anni e 4 mesi, l’infermiera Diana S è stata condannata a 1 anni e 4 mesi di libertà vigilata, il paramedico Sven M. e il padre di Mark Schmidt hanno invece ricevuto delle semplici multe.

Il PM aveva chiesto una condanna di cinque anni e mezzo di reclusione, mentre la difesa voleva una pena di tre anni, ritenendo che il doping sia parte integrante dello sport ad alte prestazioni.

I FATTI

Lo scandalo esplose nel bel mezzo dei Mondiali di sci nordico a Seefeld nel 2019, quando la polizia fece irruzione in un appartamento, cogliendo sul fatto il fondista austriaco Max Hauke mentre era seduto durante una trasfusione, girando delle immagini che fecero il giro del mondo. Due ore prima della partenza della 15 km maschile, la polizia austriaca arrestò quindi nove persone, cinque dei quali sciatori attivi, con l'accusa di doping ematico.Nei giorni successivi, anche due ciclisti ammisero di essere stati nella lista dei clienti del medico. I fondisti arrestati, oltre a Max Hauke, erano il suo compagno di nazionale Dominik Baldauf, gli estoni Karel Tammjärv e Andreas Veerpalu e la superstar del Kazakistan Alexei Poltoranin.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: