Sci di fondo | 19 gennaio 2021

Fondo - Linn Svahn alle più giovani: "Abbiate l'orgoglio di credere in voi stesse e cavatevela da sole"

La sprinter svedese è stata premiata come "atleta svedese femminile dell'anno": "Ho la fortuna di far parte della squadra più forte al mondo; mi pongo obiettivi altissimi che possono anche spaventare"

Foto Newspower

Foto Newspower

Nuovo riconoscimento per Linn Svahn. La fondista svedese, classe 1999, ha ricevuto il premio di atleta femminile svedese dell’anno allo Sports Gala che si è tenuto come da tradizione a Stoccolma. L’evento si è svolto ovviamente in un modo diverso rispetto al solito a causa delle restrizioni per l’emergenza covid, tanto che la fondista ha mandato un video messaggio per ringraziare del riconoscimento.

«Vorrei prima di tutto dire che è un onore enorme essere stata nominata per questo premio – ha affermato Svahn rivolgendosi soprattutto alle donne – perché credo non ci sia niente di più bello delle donne forti che ottengono grandi risultati nello sport e fanno sentire la loro voce nella società. In questo momento ho la fortuna di far parte di un gruppo che penso sia la migliore squadra nazionale al mondo. Insieme stiamo ottenendo grandi risultati sportivi, ma dimostriamo anche di avere delle voci forti e ci facciamo sentire (nella società, ndr)».  

L’atleta svedese ha voluto poi fare dei ringraziamenti alle persone che le sono state vicine in questi anni. «Anche se faccio uno sport individuale, questo premio non è soltanto mio. Ci sono molte persone che dovrei ringraziare, perché mi stanno sempre dietro, mi supportano in ogni situazione, permettendomi di dimostrare chi sono e credono in me. Questi sono i miei cari, ma il ringraziamento più grande deve andare al mio allenatore, Ola Rawald, che crede sempre in me indipendentemente dal fatto che io abbia fissato degli obiettivi altissimi che a volte possano anche spaventare. Lui riesce sempre a tranquillizzarmi, mi rende migliore sia come sciatrice che come persona. Quindi grazie».

Infine Svahn si è rivolta alle più giovani che oggi magari la guardano come un esempio. «Non sono tanto per i cliché o parole sagge e cose simili, ma se posso consigliare qualcosa è "fissati degli obiettivi alti, poniti delle grandi ambizioni. Quasi un po’ troppo alti, spaventosamente alti. Perché penso che puoi ottenere quasi tutto. Cerca di avere l’orgoglio di credere in te stessa e di cavartela da sola. Specialmente se sei una donna, perché penso che allora tu possa rompere nuove barriere un po’ alla volta"».

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: