Biathlon | 20 gennaio 2021

Biathlon - Endre Strømsheim vince la short individual di IBU Cup ad Arber. Braunhofer è 7°

Ennesimo talento della ruggente classe '97, il norvegese ha superato il tedesco Nawrath e il maggiore dei fratelli Andersen, Aleksander Fjeld. L'altoatesino manca solo un bersaglio ma tutta la squadra azzurra si comporta bene nonostante qualche errore di troppo.

Endre Strømsheim

Endre Strømsheim

Si è aperta stamane la seconda settimana di gare di IBU Cup ad Arber in Germania. I biatleti erano impegnati in una short individual su 15km con penalità di 45" per errore al poligono.

La gara è stata vinta dal norvegese Endre Strømsheim, talento della formidabile classe 1997 norvegese che ha già portato ai vertici assoluti Sturla Holm lægreid e Johannes Dale. Il 23enne di Oslo è stato infallibile nelle prime tre fermate al poligono, concedendo un solo errore nel poligono finale. 

Battuto di 30"2 il tedesco Philipp Nawrath, il quale ha guidato la competizione fino all'ingresso del quarto e ultimo poligono. Il 27enne di base a Ruhpolding ha perso il successo a causa di due errori nel poligono finale.

Al 3° posto si è classificato l'ennesimo talento del 1997 norvegese, quel Aleksander Fjeld Andersen che ha debuttato in Coppa del Mondo a dicembre a Hochfilzen, ottenendo alla terza gara un pregevole 12° posto nella partenza in linea. Anche per lui due errori al tiro e un ritardo di 39"1.

4° il plurimedagliato juniores russo Said Karimulla Khalili (0+0+0+1), 5° lo stupefacente 18enne neozelandese Campbell Wright (0+1+0+0), 6° l'ucraino Bogdan Tsymbal (0+0+1+0), 8° e 9° i norvegesi Siggert Guttorm Bakken (1+1+1+0) e Filip Andersen (0+1+2+1), 10° posto ex aequo allo svedese Örjan Stefansson (0+0+1+1) e al tedesco Dominic Schmuck (1+1+0+0).

Per l'Italia è arrivato ancora un piazzamento fra i primi dieci dopo quelli ottenuti nelle due sprint della scorsa settimana da Daniele Cappellari (0+1+1+0), oggi 17° con due errori al tiro e Giuseppe Montello (0+0+2+2), 23° con quattro.

E' stato così l'altoatesino Patrick Braunhofer a cogliere un positivo 7° posto, frutto di una gara perfetta al tiro dopo l'errore nella prima serie, e di una crescita sugli sci rispetto alle difficoltà della settimana scorsa. Notevole il suo passo soprattutto nelle ultime centinaia di metri della gara.

Saverio Zini (0+1+1+1) ha terminato 21° con tre penalità, ma è piaciuto il suo 11° tempo sugli sci in linea con alcuni biatleti norvegesi e il tedesco con esperienze in Coppa del Mondo Lucas Fratzscher.

Analizzando la prestazione di Montello, si può notare come si sia distinto per un'eccellente prestazione sugli sci, che gli ha permesso di ottenere il 4° tempo di giornata e il 2° nell'ultimo giro, più veloce di tutti i norvegesi tranne del più giovane dei fratelli Andersen, Filip, autore della miglior prestazione fondistica. In sintesi, la squadra di IBU Cup azzurra sta dimostrando una complessiva crescita che, sommata ai buoni risultati degli atleti di Coppa del Mondo, fa presagire un buono sviluppo del movimento maschile azzurro dopo anni difficili.

Alle 14 partirà la gara femminile.

La classifica completa della short individual

Davide Bragagna

Ti potrebbero interessare anche: