Biathlon | 26 gennaio 2021

Biathlon - Anterselva 2021, Erika Pallhuber: "Importante aver mantenuto la tappa per tradizione e per il percorso verso Milano Cortina 2026"

Il segretario generale del Comitato Organizzatore ha parlato a Fondo Italia in conclusione alla tappa italiana della Coppa del Mondo di biathlon

Biathlon - Anterselva 2021, Erika Pallhuber: "Importante aver mantenuto la tappa per tradizione e per il percorso verso Milano Cortina 2026"

In occasione della tappa casalinga di Coppa del Mondo appena conclusasi ad Anterselva, abbiamo avuto modo di incontrare Erika Pallhuber, segretario generale del Comitato Organizzatore, con il quale lavora attivamente ormai da moltissimi anni.

Come hai vissuto questa tappa di Anterselva così diversa per l'assenza del pubblico, quanto è importante per voi aver mantenuto in questa stagione la possibilità di ospitare un weekend di Coppa del Mondo?

"Siamo molto contenti della fiducia che ci ha riposto l'Ibu per poter organizzare la tappa italiana perchè non era scontato: purtroppo senza pubblico e senza il tendone l'atmosfera di contorno è molto diversa, ma siamo felici di aver potuto ospitare la Coppa del mondo e non perdere la tradizione annuale della tappa con sede ad Anterselva".

Importante, anche se con una partecipazione limitata per via delle normative, l'apporto dei volontari che sono sempre disponibili nel supportare l'organizzazione dell'evento.

"I volontari sono per noi fondamentali, forse l'aspetto organizzativo più importante: solitamente sono presenti ben 1000 volontari in concomitanza della Coppa del Mondo, a causa del Covid-19 abbiamo potuto fare affidamento su 100 di loro, soprattutto abbiamo dovuto convocare solo coloro che sono stati impegnati nel settore sport, ma coloro che solitamente erano impegnati nell'intrattenimento e nel tendone si sono resi disponibili a presenziare già dal prossimo anno, sperando che la situazione sanitaria sia migliore. Dopo l'esperienza dei Mondiali, dopo quest'anno che è stato di transizione, tutto l'ambiente non vede l'ora che arrivino i Giochi Olimpici di Milano Cortina 2026 e sempre più volontari hanno fatto richiesta già per le prossime stagioni".

A maggior ragione in questa stagione è emerso il lato "social" di affiliazione tra Anterselva e l'appassionato che è costretto a seguire le gare di casa: delle bellissime iniziative, anche promosse attraverso le scuole, per cercare di colmare il vuoto lasciato dagli spettatori

"Dal momento in cui abbiamo saputo che non avremmo potuto accogliere alcun spettatore, ci siamo concentrati sul coinvolgere i fan che avrebbero seguito le gare da casa e che abitualmente vivono questo weekend di festa: non solo contattando i vari fan club nei paesi del nord ma coinvolgendo anche la gente della nostra valle. Abbiamo investito tante energie per creare la sensazione della presenza del pubblico, coinvolgendoli tramite social da casa: concorsi come il tifoso del giorno sono stati molto apprezzati e questo ci fa un enorme piacere".

Nicolò Persico

Ti potrebbero interessare anche: