Olimpiadi | 04 febbraio 2021

Manca un anno esatto alla cerimonia d'apertura delle Olimpiadi di Pechino 2022: gli impianti sono pronti

Il 4 febbraio del 2022 inizieranno ufficialmente i Giochi Olimpici Invernali di Pechino; ad un anno esatto dal via, anche senza eventi pre olimpici, gli impianti che ospiteranno le competizioni sono pronti

Manca un anno esatto alla cerimonia d'apertura delle Olimpiadi di Pechino 2022: gli impianti sono pronti

Mancano 365 giorni esatti al via delle ventiquattresime Olimpiadi Invernali, che si disputeranno in Cina dal 4 al 20 febbraio 2020. La cerimonia d'apertura in programma allo Stadio Olimpico di Pechino, che già aveva ospitato i Giochi Estivi nel 2008, sancirà il via ufficiale dell'evento, anche se già nei giorni precedenti si svolgeranno le prime competizioni di curling e hockey su ghiaccio, ma anche di altre discipline. Le prime medaglie saranno assegnate già il 5 febbraio. Pechino diventerà così la prima città ad ospitare entrambi i Giochi, estivi ed invernali.

Nel frattempo l'agenzia Xinhua ha comunicato che tutti i siti in cui si svolgeranno le gare sono pronti per ospitare gli eventi di prova. Il National Speed ​​Skating Oval, il National Aquatics Centre, il National Indoor Stadium, il Capital Gymnasium e il Wukesong Ice Sports Center hanno tutti completato i lavori di produzione del ghiaccio, mentre la piattaforma per il salto con gli sci ha completato i lavori di innevamento, secondo quando riferito da Ding Jianming, vice direttore dell'Ufficio della sede centrale dei grandi progetti di Pechino. «Questo è un segnale importante del passaggio dalla costruzione della sede alle varie fasi di test, dopo il completamento delle sedi delle competizioni di Pechino già alla fine del 2020».

Secondo quanto riferito dall'agenzia, con il completamento della produzione del ghiaccio in tutte le sedi di gara di Pechino, la capitale cinese è diventata la prima città ospitante nella storia dei Giochi Olimpici Invernali ad utilizzare su larga scala refrigeranti ecologici di anidride carbonica. Rispetto ai metodi tradizionali, la tecnologia per la produzione di ghiaccio ad anidride carbonica sarebbe più sicura e farebbe risparmiare energia, con un controllo accurato della temperatura e zero emissioni.

Lo stadio dello sci alpino e la pista di bob, slittino e skeleton nel distretto di Yanqing nella periferia nord-ovest di Pechino sono stati completati e hanno superato la certificazione internazionale già alla fine del 2020.

A gennaio 2021, 49 delle 57 sedi delle Olimpiadi invernali di Pechino e dei progetti infrastrutturali di supporto sono stati completati. Otto siti non competitivi, tra cui quello per le cerimonie di apertura e chiusura e il Main Media Center, saranno terminati nel 2021.

La stagione olimpica si avvicina e nonostante non si siano svolte le gare internazionali pre olimpiche a causa dell'emergenza covid-19, la preparazione dei Giochi sembra andare avanti a grandi passi.

 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: