Salto | 07 febbraio 2021

Salto femminile - Super Takanashi fa il bis; bruttissima caduta per Kvandal, si teme un grave infortunio

La giapponese si è imposta ancora davanti a Kriznar ed Ospeth, ma la gara è stata rovinata dalla caduta della giovane norvegese; 19ª piazza per Lara Malsiner, 21ª sua sorella Jessica

Salto femminile - Super Takanashi fa il bis; bruttissima caduta per Kvandal, si teme un grave infortunio

E sono cinquantanove vittorie per Sara Takanashi, che si è imposta anche nella seconda gara di Hinzenbach, arrivando così al Mondiale di Oberstdorf come una delle grandi favorite per l’oro. La giapponese si è dimostrata in grande forma sul trampolino austriaco riuscendo a far sua la gara al termine di un altro bellissimo duello con la slovena Nika Kriznar battuta con un ultimo salto di altissimo livello di ben 92,5 metri, sfruttando anche le ottime condizioni di vento trovate. La slovena ha incassato con il sorriso un altro secondo posto, consapevole di essere in ottime condizioni a poco dal Mondiale. Sul terzo gradino del podio la norvegese Silje Opseth, che per appena due decimi è riuscita a tenersi alle spalle una Marita Kramer che finalmente sull’ultimo salto si è ritrovata risalendo dall’ottava alla quarta piazza. Certo il weekend di Hinzenbach non ha comunque rispettato le aspettative sue e di tutta la squadra, dal momento che non è arrivato alcun podio.

Delusa al quinto posto Maren Lundby, giunta solo quinta pari merito con la russa Avvakumova. Al termine della gara, la campionessa norvegese era pensierosa e poggiata su una transenna visibilmente triste, non soltanto per la sua prestazione ma anche per la bruttissima caduta della compagna di squadra Eirin Maria Kvandal, che ha abbandonato il campo gara in barella trasporata immediatamente sulla clinica mobile per i primi controlli. La giovane è finita a terra in fase di atterragio del suo secondo salto, quando aveva fatto registrare 88 metri, dopo una brutta svirgolata con la gamba destra. Il ginocchio sembra aver preso un brutto colpo e anche nelle inquadrature successive, dopo la visita in clinica mobile, Kvandal ha prima alzato il braccio per mostrare a casa di star bene ma successivamente ha fatto un’espressione col viso che non lascia presagire nulla di buono. Dopo la sua caduta, tutte le compagne sono immediatamente corse da lei, su tutte proprio Maren Lundby. Quest’ultima ha dichiarato a TV2: «È terribile quando accadono queste cose. Per quello che ho potuto vedere, era cosciente, ma stava sentendo tanto dolore». Un incidente che alcuni temevano, in quanto la giovane norvegese non era apparsa molto stabile in fase di atterraggio, cadendo già una settimana fa a Titisee-Neustadt fortunatamente senza conseguenze e bissando anche ieri in qualificazione.

Due le azzurre in zona punti. Lara Malsiner è riuscita finalmente a gareggiare, dopo essere stata squalificata per irregolarità della tuta in qualificazione due giorni consecutivi. Oggi la gardenese, autrice del quinto salto in qualificazione, ha chiuso al 19° posto, dando l’impressione di avere nelle gambe anche qualcosa in più. Buoni segnali in vista del Mondiale. 21ª piazza per la sorella Jessica Malsiner, che si è confermata anche oggi sui livelli mostrati nelle scorse giornate. Fuori in qualificazione Martina Ambrosi. 

Per la classifica clicca qui

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: