Sci di fondo | 11 febbraio 2021

Sci di Fondo - La russa Faleeva festeggia, ma viene squalificata e l'oro della sprint U23 va a Lisa Lohmann. Monsorno chiude 13^

All'arrivo era oro e bronzo per la Russia con Faleeva e Matsokina. I giudici hanno però deciso di retrocedere la prima classificata per il contatto che ha messo fuori gara la ceca Beranova, caduta sul rettilineo quando aveva l'oro in tasca.

Lisa Lohmann

Lisa Lohmann

Finale thrilling nella sprint femminile U23 in tecnica classica dei Mondiali di Vuokatti.

La grande favorita ceca Tereza Beranova, dominatrice di tutti i tre turni che hanno portato alla finale a sei, è caduta sul rettilineo finale a pochi metri dal traguardo.

Ne ha approfittato la russa Anastasiya Faleeva che ha colto un'insperata medaglia d'oro davanti alla tedesca Lisa Lohmann all'argento e la connazionale Hristina Matsokina al bronzo. Le due si sono sciolte in un bellissimo abbraccio all'arrivo.

Nulla di tutto ciò. Faleeva è stata ritenuta responsabile del contatto con la ceca e retrocessa in 6^ posizione, così Lohmann ha preso l'oro, Matsokina è stata promossa all'argento, la svedese Louise Lindström, inizialmente 4^, ha vinto il bronzo, la norvegese Ingrid Gulbrandsen da 5^ è diventata 4^ e ovviamente Beranova che ha tagliato il traguardo sconfortata, dopo quasi due minuti, dal 6° è senza soddisfazione salita al 5° posto.

Le tre azzurre che si erano qualificate dalle batterie non sono riuscite a superare lo scoglio dei quarti di finale. C'è rammarico soprattutto per la 20enne fiemmese Nicole Monsorno che è rimasto fuori di soli 8 centesimi con il terzo posto in batteria 1 dietro le accreditate atlete da Coppa del Mondo Hedda Amundsen e Hailey Swirlbul. La piazza finale è la 13^. 

Nella stessa batteria Chiara De Zolt Ponte ha concluso 5^ e 23^ complessiva, mentre Martina Di Centa è giunta 6^ nella quinta e ultima, 29^ nel totale.

La classifica completa della sprint mondiale U23

Davide Bragagna

Ti potrebbero interessare anche: