Salto | 18 febbraio 2021

Salto - Kramer fermata da un tampone dubbio, Kriznar vince e vola in testa alla Coppa del Mondo

L'austriaca non ha potuto prendere parte alla gara, così la slovena ne ha approfittato vincendo davanti a Takanashi ed Opseth; bene Lara Malsiner che è giunta 13ª

Salto - Kramer fermata da un tampone dubbio, Kriznar vince e vola in testa alla Coppa del Mondo

In questa folle stagione sportiva accade anche che a causa di un test PCR con risultati dubbi, la leader della classifica di Coppa del Mondo possa perdere il primato. È quanto accaduto oggi all’austriaca Marita Kramer, che dopo aver dominato nella prima parte di stagione aveva già subito una dura battuta d’arresto con la squalifica di Hinzenbach, ma ancora peggio è andata oggi. L’austriaca ha avuto un risultato poco chiaro dal test PCR, è risultata negativa al successivo test rapido, ma la FIS richiede la negatività al PCR per poter ammettere un/una concorrente alla competizione. La giovane austriaca ha svolto un nuovo test, il cui risultato sarà noto solo oggi pomeriggio. L’augurio ovviamente è che Kramer sia negativa, altrimenti sarebbe a rischio anche la partecipazione al Mondiale di Oberstdorf. Certo, se il test dovesse essere negativo, l’austriaca avrebbe perso la testa della Coppa del Mondo per un tampone non valido, un evento certamente molto spiacevole.

Ad approfittare delle sventure dell’austriaca è stata la slovena Nika Kriznar, che vincendo la prima competizione sul trampolino HS97 di Rasnov si è presa la testa della Coppa del Mondo. La slovena ha dominato la prima serie di salto, ma ha corso un grande rischio con un secondo salto più corto rispetto ad una bravissima Takanashi, ma i voti molto alti dei giudici le hanno consentito di mantenere 2,8 punti di vantaggio. Bravissima la giapponese che con il suo secondo salto ha mostrato una grande condizione, candidandosi così per quell’oro individuale che clamorosamente le manca. In terza posizione, grazie al secondo salto migliore del loto, la norvegese Opseth, che ha recuperato ben tre posizioni rispetto alla prima manche. Ai piedi del podio Daniela Iraschko-Stolz, che ha scavalcato Ema Klinec e Maren Lundby. La campionessa norvegese ha così mancato nuovamente l’appuntamento con il primo podio stagionale, arrivando soltanto sesta. Ottava piazza per la neo campionessa mondiale juniores Thea Minyan Bjørseth, che era seconda dopo la prima serie. Ben tre quindi le norvegesi nelle prime otto posizioni, ma il gravissimo infortunio di Kvandal, che dovrà fermarsi per un periodo molto lungo, potrebbe far perdere loro il favore dei pronostici nella gara a squadre di Oberstdorf. Anna Odine Strøm ha comunque chiuso 14ª mostrandosi all'altezza della situazione. Una competizione il cui svolgimento è stato un po' condizionato dal vento.

Buone notizie per l'Italia. A Rasnov è arrivata la miglior prestazione stagionale per una Lara Malsiner in crescita. La gardenese delle Fiamme Gialle ha concluso al 13° posto confermando la posizione ottenuta nella prima serie. Buona anche la prova di Jessica Malsiner, giunta 20ª. Peccato per le difficoltà avute nella seconda serie di salto, quando si è trovata a saltare in condizioni di vento complicate perdendo ben cinque posizioni rispetto alla prima manche. Le due sorelle azzurre stanno comunque lanciando buoni segnali in vista del Mondiale.

Per la classifica finale clicca qui

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: