Sci di fondo | 03 marzo 2021

Oberstdorf 2021 - Fondo, è Svezia contro Norvegia: tutto pronto per la battaglia della staffetta femminile

Dopo tanta pretattica sono stati svelati i quartetti di Svezia e Norvegia per la gara di domani; decisiva la sfida Johaug-Andersson in terza frazione?

Oberstdorf 2021 - Fondo, è Svezia contro Norvegia: tutto pronto per la battaglia della staffetta femminile

È probabilmente la gara più sentita di tutto il programma femminile dello sci di fondo al Mondiale di Oberstdorf. Dopo la fantastica vittoria della Svezia a Seefeld, con Stina Nilsson che stampò in volata Therese Johaug, la sfida tra le due squadre scandinave si annuncia infuocata.
Tanta pretattica, con l’orario dell’annuncio delle squadre che è anche slittato rispetto alle abitudini. Alla fine le due nazionali hanno svelato i quartetti che scenderanno in pista.

Non mancano le sorprese. In prima frazione vi saranno due atlete molto competitive nelle sprint come Tiril Udnes Weng e Jonna Sundling. In seconda frazione in classico la Norvegia calerà la carta Heidi Weng, mentre la Svezia risponderà con Charlotte Kalla, apparsa in buone condizioni. La terza potrebbe essere la frazione decisiva, quella dove molto probabilmente la Norvegia si giocherà le sue carte per strappare l’oro alle svedesi. Therese Johaug, che ha mostrato una superiorità imbarazzante martedì scorso, duellerà con Ebba Andersson. La svedese dovrà fare una frazione di resistenza, per consegnare a Frida Karlsson la possibilità di affrontare ad armi pari con la giovanissima Helene Marie Fossesholm. Quest’ultima, non dimentichiamolo, è un’atleta discreta anche nelle sprint, ma in fin dei conti lo è anche Frida.

I media di Svezia e Norvegia stanno scrivendo numerosi articoli su questa competizione e tanti ne faranno di commento nei prossimi giorni. Chi avrà la meglio? Chi gioirà domani? I motivi per stare davanti alla tv a seguire la gara sono tantissimi, anche se purtroppo non ci sarà l’Italia. Un vero peccato, in quanto mai come questa volta eravamo curiosi di vedere in pista un gruppo per tre quarti molto giovane. Ci dispiace, ma ne avremo occasione nei prossimi anni, siamo certi. 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: