Biathlon | 06 marzo 2021

Biathlon - Le parole di Hofer, Bionaz e Giacomel dopo la sprint: la testa è già alla pursuit

Hofer: "La rimonta è fattibile, siamo tutti lì"; Bionaz: "Peccato gli errori in piedi; devo ancora lavorare sulla serie in piedi"; Giacomel: "Tre errori hanno pesato parecchio nel finale; domani andrò all'attacco"

Foto Manzoni IBU

Foto Manzoni IBU

A Nove Mesto, distacchi risicati al termine della sprint odierna andata a Desthieux su Samuelsson e Peiffer. L’azzurro Lukas Hofer, giunto 21° con due errori, uno per serie, partirà per esempio con un distacco di appena 57”. Ma anche gli altri italiani hanno la possibilità di fare una bella rimonta, se si considera che Windisch è 41° a 1’31”, Bionaz 49° a 1’43”, Giacomel 56° a 1’48” e Bormolini 58° a 1’53”. Insomma ogni colpo potrà fare la differenza.
Ecco quindi il commento di tre degli azzurri in gara al termine della sprint odierna Hofer, Bionaz e Giacomel hanno parlato della competizione da poco conclusa, con più di uno sguardo soprattutto alla pursuit di domani. .

Lukas Hofer: «La rimonta domani è fattibile, non è certo impossibile perché in un inseguimento si può fare di tutto. Oggi purtroppo ho fatto un errore di troppo, quello in piedi, peccato. Le sensazioni sono migliori e domani vediamo cosa viene fuori perché è tutto possibil, si deve solo lottare dall’inizio fino alla fine. Siamo tutti lì, basta crederci fino alla fine e poi vedremo».

Didier Bionaz: «È un peccato per quei due errori in piedi. Oggi si poteva fare davvero una bella gara. Ero stato bello sciolto da terra, mentre invece in piedi devo ancora lavorare, perché mi manca ancora un po’ di sicurezza nel lasciar partire i colpi. La gara è stata però positiva sugli sci, avevo delle ottime sensazioni, anche se ho un po’ ceduto forse nell’ultimo giro. Sicuramente è andata molto meglio di ieri. Domani ci aspetta un’altra bella gara, speriamo di poter rientrare nella zona punti».

Tommaso Giacomel: «Tre errori hanno pesato parecchio, soprattutto nell’ultimo giro ero un po' appesantito dalla fatica che avevo fatto a fare i giri di penalità. Comunque sono dentro l’inseguimento con tre errori, quindi non posso considerare la giornata così negativa. Chiaro, si potevano evitare uno o due errori in più, ma va bene così. Domani sicuramente andrò all’attacco».

Nicolò Persico e Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: