Biathlon | 10 marzo 2021

Biathlon - IBU Cup: bel secondo di Daniele Cappellari nella short individual di Obertilliach

Il friulano con quattro zero ha concluso alle spalle del francese Rivail; in top ten anche l'atleta della Val Ridanna, Patrick Brauhnhofer, che ha chiuso decimo

Foto Stancik IBU

Foto Stancik IBU

Parte nel modo giusto per l’Italia l’ultima tappa stagionale di IBU Cup. Nella short individual di Obertilliach, Daniele Cappellari ha conquistato il secondo posto, ottenendo così il suo primo podio in carriera in un format diverso dalla super sprint. Il poliziotto di Forni di Sopra ha fatto la differenza al poligono, concludendo la gara con quattro zero e tempi di esecuzione bassissimi, facendo registrare il miglior range time davanti a Babikov e Suchilov, ed il secondo tempo di shooting time alle spalle dello stesso Babikov. L’azzurro non è riuscito a portare a casa addirittura la vittoria per un ultimo giro nel quale forse non ne aveva più e ha perso quasi 34” dal francese Rivail. Il ventitreenne di Alberville ha così ottenuto il successo grazie anche ad una buonissima prova al tiro, dove ha commesso un solo errore, e l'ottimo ultimo giro già citato, mettendosi alle spalle l’azzurro di 11”. Sul terzo gradino del podio sono saliti a pari merito il finlandese Laitinen ed il tedesco Strelow staccati di 39”8 con un errore.
    
Quinta piazza per Filip Fjeld Andersen, penalizzato da due errori arrivati entrambi nell’ultima serie a pregiudicargli la vittoria, così come settimo è giunto suo fratello Aleksander, sempre con due errori. Nel mezzo il tedesco Zobel.  Ultima serie fatale anche per Nawrath, che ha chiuso ottavo a 1’08”, con tre errori totali, due dei quali all’ultimo poligono. Peccato per lui, vista l’ottima prestazione sugli sci.

Preziosa top ten per Patrick Braunhofer, che ha commesso un errore nella terza serie, concludendo decimo a 1’22” dal vincitore. Per il ’98 della Val Ridanna, una prova che conferma un buon periodo di forma. Da applausi l’esordiente 2000 Iacopo Leonesio, che reduce dal Mondiale, si è preso la ventitreesima posizione mancando un solo bersaglio nella prima serie e confermandosi un bel tiratore. Gli errori al poligono hanno invece frenato gli altri azzurri. Nicola Romanin con tre bersagli mancati ha concluso 28° a 2’52”, Saverio Zini 29° a 2’55” con quattro, mentre Montello ha terminato 33° con cinque errori arrivati tutti nelle due serie in piedi. 54ª posizione finale per l'altro esordiente nel format, David Zingerle, che ha commesso cinque errori al tiro.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: