Biathlon | 13 marzo 2021

Biathlon - Fillon Maillet torna al successo nell'inseguimento, ottimo quinto Lukas Hofer

A Nove Mesto in sei atleti si giocano il successo all'ultimo poligono: J. Boe e Laegreid mancano l'appuntamento con il successo, ne approfitta il francese Fillon Maillet, ottimo quinto Lukas Hofer dal quale arriva un'altra conferma

Foto: Manzoni IBU

Foto: Manzoni IBU

Grande spettacolo nell’inseguimento maschile della seconda tappa di Nove Mesto, dove ben sei atleti sono arrivati all’ultimo poligono con la possibilità di giocarsi il successo e due dei quali anche le proprie chance di conquistare la classifica generale.

Ad avere la meglio grazie allo zero finale è però il vincitore della sprint di ieri, ossia il francese Quentin Fillon Maillet che ottiene così la sua sesta vittoria in Coppa del Mondo, la terza in questo format dove ha già vinto in stagione a Hochfilzen. Fondamentale per il successo del transalpino il poligono finale dove ha centrato tutti i bersagli, abile comunque a condurre una gara in rimonta dopo i due bersagli mancati a terra (1+1+0+0).

Dall’ultimo poligono Fillon Maillet è uscito in compagnia di Emilien Jacquelin (1+0+0+1), il quale però dava segni di cedimento già nel corso della quarta tornata ed è stato sopravanzato nel finale da Johannes Thingnes Boe, autore di due bersagli mancati (di cui uno proprio nell’ultima serie, 1+0+0+1) nell’inseguimento ma devastante sugli sci rispetto alla concorrenza nell’ultimo giro. Boe infatti chiude all’arrivo con 8 secondi da Fillon Maillet, piazzandosi secondo come nell’inseguimento di settimana scorsa e precedendo Jacquelin, terzo a 14.6 secondi.

Nella lotta per la classifica generale il norvegese allunga a 7 i punti di vantaggio su Sturla Holm Laegreid, oggi quarto a 18.1 da Fillon Maillet: Laegreid ha condotto una gara di testa ed è uscito dall’ultimo poligono in compagnia di J. Boe (0+0+1+1), ma non ha saputo resistere al forcing imposto sugli sci del connazionale e per la sfera di cristallo ci sarà un finale sempre più incerto ed avvincente.

Ottima la prova anche oggi per Lukas Hofer, unico rappresentante al di fuori di Francia e Norvegia nella top 7: il carabiniere chiude quinto ma si è giocato al meglio le sue chance al poligono, guidando la gara dopo le rispettive serie a terra. Prima in compagnia di Jacquelin e in seguito anche di Laegreid, per l’azzurro sono arrivati due errori nella serie in piedi (0+0+1+1), ma conferma ancora una volta di poter lottare alla pari con i big di questo movimento, mantenendo l’ottava posizione in classifica generale. Il distacco di Hofer è pari a 2.4 secondi da Fillon Maillet, ma solo 9 secondi dal podio, precedendo il norvegese Tarjei Boe che si era imposto nell’ultimo inseguimento.

In casa Italia Dominik Windisch è particolarmente falloso, mancando complessivamente 5 bersagli (1+1+2+1) chiude comunque in 29esima posizione, sopravanzando negli ultimi metri il giovane Tommaso Giacomel, andato vicino ad eguagliare il suo miglior risultato in Coppa del Mondo. Il trentino di Imer ha mancato 3 bersagli nelle prime due serie ma è risultato preciso e rapido in piedi, trovando lo zero (1+2+0+0), terminando la gara in 30esima posizione. Terminano la loro gara invece appena fuori dalla zona punti il livignasco Thomas Bormolini (1+0+3+0) e il giovane valdostano Didier Bionaz (1+1+0+0), rispettivamente 44esimo e 45esimo.

Nicolò Persico

Ti potrebbero interessare anche: