Biathlon | 14 marzo 2021

Biathlon - La Svezia beffa la Norvegia nella single mixed, 16mi i giovani azzurri

Samuelsson sopravanza Laegreid negli ultimi 50 metri e porta la Svezia al successo, terzo posto per la sorpresa Stati Uniti. Italia 16ma con gli esordienti nel format Michela Carrara e Tommaso Giacomel

Foto: Manzoni IBU

Foto: Manzoni IBU

Grazie ad una grande rimonta nell’ ultimo giro di Sebastian Samuelsson è la Svezia a conquistare il successo nella single mixed odierna a Nove Mesto: beffata la Norvegia nel rettilineo finale con Sturla Laegreid che deve arrendersi negli ultimi 50 metri dopo aver guidato per larghi tratti la gara, conquistando comunque la coppa di specialità delle competizioni miste. Salgono dunque sul gradino più alto del podio Linn Persson e Sebastian Samuelsson utilizzando 7 ricariche complessive, una in più del duo Tandrevold-Laegreid, sopravanzati di 1.5 secondi all’arrivo.

Podio storico e primo stagionale per gli Stati Uniti in una competizione mista, con Susan Dunklee e Sean Doherty che sono risultati tra i più rapidi e precisi al poligono con l’utilizzo di 7 ricariche: per gli americani il distacco è di 26.1 secondi ma hanno avuto la meglio nell’ultimo poligono rispetto a una coppia esperta e tra le favorite nel format composta da Lisa Theresa Hauser e Simon Eder (0+9), che chiudono quarti a 40.8 secondi.

Quinta la Russia (Kuklina-Eliseev) che precede una deludente Francia: la coppia iridata Simon-Guigonnat non va oltre il sesto posto, con Guigonnat in confusione dopo la sua prima serie in piedi dove è entrato nell’anello delle penalità per due volte (2+14).

Sedicesima posizione finale per l’Italia che vedeva al via due esordienti nel format, Michela Carrara e Tommaso Giacomel (2+12): la valdostana è stata perfetta in tre serie su quattro, purtroppo però è incorsa in due giri di penalità nel corso della sua terza serie, la quinta della competizione. Il trentino di Imer si è trovato in seconda posizione al cambio ma come in occasione delle gare del weekend è stato particolarmente falloso nelle serie a terra utilizzando tre ricariche per poligono. Gli azzurri hanno chiuso la gara con un distacco di 2 minuti e 43 secondi.

Clicca qui per i risultati ufficiali

Nicolò Persico

Ti potrebbero interessare anche: