Salto | 20 marzo 2021

Salto - Il Blue Bird si apre nel segno di Kramer; Takanashi seconda va in testa alla Coppa del Mondo

L'austriaca si è confermata la migliore della stagione, rovinata dalla falsa positività di Rasnov; alle sue spalle continua il duello tra Takanashi e Kriznar per la Coppa del Mondo

Salto - Il Blue Bird si apre nel segno di Kramer; Takanashi seconda va in testa alla Coppa del Mondo

È la miglior atleta della Coppa del Mondo 2020/21 ma non alzerà alcuna coppa di cristallo. La folle vicenda tamponi di Rasnov non permetterà a Marita Kramer di vincere la Coppa del Mondo, ma non cancellerà quanto fatto dalla giovane austriaca, nata in Olanda, nel corso di tutta la stagione.

Nella prima gara dal normal hill di Nizhny Tagil, che ha aperto il Blue Bird, Kramer si è imposta nettamente indirizzando la gara a proprio favore già grazie ad un ottimo primo salto. L’austriaca è stata la migliore anche nel secondo, atterrando a 96 metri seppur con un telemark non dei più memorabili, riuscendo a reggere la pressione dopo l’ottimo salto di Sara Takanashi.

La giapponese si è confermata in grande forma, riuscendo a recuperare un paio di posizioni con la seconda serie e scavalcare Nika Kriznar sia nella gara odierna che nella classifica generale, che ora guida con +15. La giovanissima slovena, neo ventunenne, ha concluso al terzo posto perdendo così venti punti dalla nipponica nella corsa al coppone di cristallo. Una sfida destinata a risolversi all’ultimo salto. Ai piedi del podio, non distante dalla slovena, ha concluso la norvegese Opseth, mentre quinta si è piazzata un’ottima Hölzl, che era in seconda posizione dopo la prima serie per poi crollare in classifica con un brutto secondo salto, nel quale non ha trovato velocità sul dente. Storia simile anche per la giapponese Maruyama, che ha concluso al sesto posto con un brutto secondo salto. Addirittura fuori dalla top ten la campionessa del mondo, Ema Klinec, apparsa in giornata negativa. Per lei un undicesimo posto.

Assente Maren Lundby, che non si è sentita molto bene nell’ultima settimana e ha deciso di non partire. Tutto lo stress accumulato in una stagione per lei difficile fino al Mondiale di Oberstdorf si è fatta probabilmente sentire.

Ricordiamo che al via non era presente nemmeno l’Italia in quanto la FISI ha deciso di non mandare alcuna atleta in Russia. Lo sappiamo tramite un messaggio scritto da Lara Malsiner sui social, in quanto la Federazione non ha comunicato nulla a riguardo, quindi non chiarendo pubblicamente le motivazioni della scelta.

PER LA CLASSIFICA FINALE CLICCA QUI

 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: