Salto | 25 marzo 2021

Salto con gli sci - Ryoyu vola a Planica: Kobayashi si impone su Eisenbichler e Geiger

In una giornata drammatica, a causa del brutto incidente occorso a Tande, il giapponese è stato autore di una prestazione stellare

Salto con gli sci - Ryoyu vola a Planica: Kobayashi si impone su Eisenbichler e Geiger

A Planica, è stato difficile concentrarsi troppo sulla gara dopo quanto accaduto a Tande nel salto di prova. Ma “the show must go on” è una delle leggi crudeli dello sport, così si è gareggiato sul trampolino di volo sloveno. Una competizione con vento instabile che ha messo in difficoltà diversi big, che non sono nemmeno riusciti a qualificarsi per la seconda serie, come Stoch e Kubacki, ma anche Granerud. Quest’ultimo forse sotto shock per quanto accaduto al suo compagno di squadra.

La gara è sta però caratterizzata da alcuni salti splendidi e un Ryoyu Kobayashi sontuoso. Il giapponese è tornato ai suoi livelli, dominando letteralmente la gara sul trampolino di volo sloveno con due salti di 235,5 e 244,5 metri. Kobayashi aveva un bel margine di vantaggio già dopo la prima serie, ma nella seconda è stato costretto a superarsi per avere la meglio su un bravissimo Eisenbichler. Il tedesco, quarto dopo la prima serie, è partito da un gate di partenza più basso per incassare i punti di bonus, tirando fuori però un salto da 238,5 metri. Una mossa quindi azzeccatissima quella dello staff tecnico tedesco, che ha pagato fino al secondo gradino del podio soltanto perché Kobayashi è stato autore di un ultimo salto da fuoriclasse assoluto.
In terza posizione ancora Germania, grazie a Karl Geiger, capace di recuperare dall’ottava alla terza piazza con 238 metri.

Ai piedi del podio l’austriaco Hayböck, seguito dallo sloveno Pavlovcic e l’austriaco Huber. Settimo il norvegese Johansson, capace nella seconda serie di risalire dalla 14ª alla 7ª posizione, nonostante la difficile situazione mentale di tutta la squadra norvegese. Ottavo Domen Prevc, secondo dopo la prima serie. A chiudere la top ten il giapponese Yukiya Sato e il polacco Zyla. In difficoltà Stefan Kraft, soltanto 23°.

Ricordiamo che l'Italia non era al via della gara, dal momento che la FISI ha deciso di non inviare la propria squadra. Una decisione non facile da comprendere, se si considera che gli azzurri si sono recati a Planica più volte nel corso dell'intera stagione. Purtroppo non è stata fornita alcuna motivazione ufficiale.

 

 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: