Sci di fondo | 28 marzo 2021

Sci di fondo – Nel Kaisa Mäkäräinen Day, è Roponen la regina della 30km; Niskanen vince la 50km dei nazionali finlandesi.

Nella città natale di Mäkäräinen si sono svolti i campionati nazionali finlandesi di sci di fondo con la beniamina di casa che per l’occasione ha rimesso ai piedi gli sci stretti.

Sci di fondo – Nel Kaisa Mäkäräinen Day, è Roponen la regina della 30km; Niskanen vince la 50km dei nazionali finlandesi.

Lei ha giustamente terminato lì dove trentotto anni fa tutto era cominciato.

Mäkäräinen ha dovuto attendere un anno supplementare causa pandemia ma nella sua Ristijärvi il suo popolo ha potuto festeggiare, seppur solamente alla Tv causa restizioni, per l'ultima volta la sua concittadina più gloriosa di sempre. I nazionali finlandesi di sci di fondo erano in programma a Ristijärvi giä lo scorso anno, dopo la conclusione della stagione di biathlon avvenuta prematuramente nella sua seconda casa di Kontiolahti, ma la pandemia aveva fatto saltare tutto, non consentendole nel Marzo 2020 di chiudere una gloriosa carriera proprio nel posto che l’ha vista crescere da bambina.

Nazionali di fondo di Ristijärvi dunque posticipati di un anno ma purtroppo disputati senza pubblico lungo il tracciato che porta il nome della biathleta tre volte vincitrice della Coppa del Mondo. Oggi era in programma una 30km con partenza ad intervalli nella tecnica più cara ai biathleti. Mentre ieri sul tracciato posto in località Saukkovaara si è svolta una piccola cerimonia alla presenza di Kaisa, nella quale l’erta finale dell’anello di Ristijärvi, una salita di trecento metri con pendenze che superano nella sua parte più alta anche il venti per cento, è stato denominato “Kaisan nousu” , ovvero la salita di Kaisa Mäkäräinen con tanto di targa a simboleggiare l’evento.

Anello di Ristijärvi, scenograficamente e tecnicamente molto vario ed impegnativo che supera per difficoltà più del cinquanta per cento dei tracciati senza cuore ed anima che la Fis propone nei suoi appuntamenti di Coppa del Mondo. Ad aggiudicarsi il titolo nazionale della trenta è stata però l’ultra quarantenne Roponen che chiude così alla grande una stagione che l’ha vista finire nelle dieci la 10km a skating ai Mondiali di Oberstdorf e conquistare a quarantadue anni il bronzo con la staffetta finlandese.

Carriera infinita quella dell’ex Lassila da nubile, che al di fuori dei quadri nazionali da un paio d’anni, si è prima conquistata la selezione nazionale nelle tappe di Coppa di Finlandia, poi partecipare ad un paio di tappe di Coppa del Mondo e stupire ai Mondiali. Chapeau!

Dietro Riitta-Liisa si è piazzata la rediviva Anne Kyllönen che ha approfittato del calo avuto da Pärmäkoski dopo il dodicesimo chilometro, nel quale ancora deteneva la leadership della corsa. Per la trentenne di Ikaalinen, apparsa in ripresa nel finale terzo posto in una stagione che l’ha vista appannata ed al di sotto dei suoi standard fin dall’avvio del Ruka Opening.

Quinto posto finale per una Kaisa Mäkäräinen che non si è certo risparmiata sulle nevi di casa. Apparsa al cancelletto di partenza senza aver un solo etto in sovrappeso, nonostante abbia ufficialmente abbandonato l’attività dodici mesi orsono, la festeggiata del giorno ha accusato già un minuto da Pärmäkoski all’intermedio dei 10km. Nel secondo e nel terzo giro Mäkäräinen ha evidentemente tolto un po di ruggine riscaldando il motore, limitando bene il gap dalle colleghe ancora in attività nonostante gli impegni come allenatrice, le presenze in televisone come esperta di biathlon ed i servizi che svolge con il suo sci club di Kontiolahti. La bionda ex biathleta si è comunque ben preparata nelle ultime settimane per ben figurare in questa sua passerella finale. Sono passati dodici mesi dal commosso suo addio al biathlon ma la sua sciata rimane quella dei tempi belli, con la voglia di dare sempre il massimo pattinata dopo pattinata qualunque gara essa sia e con il suo inimitabile aggressivo doppio in salita che ancora adesso la vede staccare colleghe di dieci o quindici anni meno di lei.

La 50km maschile con partenza ad intervalli ha chiuso il programma della tre giorni di Ristijärvi. Su una neve resa pesante dal sole che si è affacciato sul percorso appena finita la gara femminile, vi è stato un solo dominatore che ha fatto segnare il miglior tempo fin dal primo intermedio posto al chilometro e mezzo. Iivo Niskanen ha incrementato il suo vantaggio chilometro dopo chilometro incamerando il terzo titolo dopo la vittoria in staffetta col suo club di Kuopio del giorno prima. Al chilometro dieci Iivo vantava già più di un minuto sul suo più vicino inseguitore il veterano delle lunghe distanze Kari Varis che ha poi terminato secondo a  piu’ di cinque minuti e mezzo da un Niskanen che non si è risparmiato fino a quando ha superato la linea del traguardo.

Hakola ha preso il terzo posto solo nei chilometri finali superando il ventisettennne, ingegnere nella vita, Joel Ikonen che ha chiuso ai piedi del podio precedendo il ventitreenne di Oulu Oskari Hökkä. Questi titoli nazionali per Iivo leniscono solo in parte una stagione nella quale il leader del movimento finlandese dopo diverse annate nelle quali aveva sempre conquistato medaglie a livello internazionale l’ha visto in difficoltà sia nelle poche occasioni in cui ha sciato in Coppa del Mondo sia ai Mondiali di Oberstdorf, unico vero obiettivo di questa sua opaca stagione 2020-21.

Al via vi era anche il biathleta Tero Seppälä che dopo aver navigato attorno alla decima posizione fino al trentesimo chilometro ha abbandonato la gara dopo il quarto dei cinque giri in programma evidentemente affaticato da un tracciato già di per se duro, e reso più complicato dai dieci gradi con cui si è conclusa la vera maratona del fondo maschile.

Piccolo siparietto di giornata con il fondista Eino Vuollet che dopo aver chiuso la cinquanta chilometri al sesantesimo posto ha, immediatamente dopo aver tagliato il traguardo, chiesto la mano in diretta TV alla sua amata Jannika che ovviamente ha detto si.

 

RISTIJÄRVI SM CLASSIFICA FINALE TOP 5 30km skating femminile

1ª Riitta-Liisa ROPONEN 1h 12’ 45”

2ª Anne KYLLÖNEN + 25” 1

3ª Krista PÄRMÄKOSKI + 42” 7

4ª Johanna MATINTALO + 1’ 31” 0

5ª Kaisa MÄKÄRÄINEN + 1’ 39” 6

 

RISTIJÄRVI SM CLASSIFICA FINALE TOP 5 50km skating maschile

1ª Iivo NISKANEN 2h 06’ 53” 0

2ª Kari VARIS +5’ 39” 6

3ª Ristomatti HAKOLA +7’ 13” 7

4ª Joel IKONEN + 7’ 36”1

5ª Oskari HÖKKÄ + 8’ 13” 0

 

Il programma della tre giorni dei Nazionali finlandesi nella verdeggiante località del Kainuu finlandese prevedeva anche prove in classico nella giornata di venerdi e le staffette di club sabato. Fra le donne pronostico rispettato nella 10km con l’ennesimo titolo per la leader del movimento Suomi Krista Pärmäkoski che ha preceduto la ventiquattrenne specialista dell’alternato Matintalo e la veterana Kyllönen. Nulla da segnalare fra le giovani e le under 23 in gara, tutte giunte nelle retrovie e piuttosto staccate dalla trentenne di Ikaaalinen. In campo femminile il fondo finlandese al momento non sembra una disciplina per giovani.

In campo maschile Iivo Niskanen ha rispettato il proprio ruolo di favorito allungando la collezone giä in bacheca nella sua casa di Kuopio, di medaglie d’oro a livello nazionale. Dopo un primo giro condotto sugli stessi ritmi di Hakola, il nativo di Vieremä ha aumentato il ritmo nel lungo piano che precedeva la salita di Kaisa per poi controllare il vantaggio nel corso della terza tornata. Comunque positivo è da considerare il secondo posto per Ristomatti Hakola giunto a poco più di trenta secondi dal suo capitano di nazionale. Chiude il podio il sempre regolare Hyvärinen. Buoni segnali per la Finlandia del fondo invece arrivano fra le nuove leve a livello maschile. Il medagliato degli scorsi Mondiali junior di Vuokatti, il diciannovenne Alexander Ståhlberg, ha concluso con un ottimo decimo posto. Mentre il classe 2003, Niko Anttola ha concluso in diciannovesima posizione. Buona prima parte di gara anche per lo sprinter, oro a Vuokatti, Niilo Moilanen, che dopo aver fatto segnare buoni tempi nei primi intertempi ha pagato il non essere ancora un fondista da distance dai sette chilometri in avanti.

 

RISTIJÄRVI SM -CLASSIFICA FINALE TOP 5 10km classico femminile

1ª Krista PÄRMÄKOSKI 28’ 39” 1

2ª Johanna MATINTALO + 24” 2

3ª Anne KYLLÖNEN + 59” 9

4ª Laura MONONEN + 1’ 16” 7

5ª Jasmi JOENSUU + 1’ 26” 0

 

RISTIJÄRVI SM CLASSIFICA FINALE TOP 5 15km classico maschile

1ª IIVO NISKANEN 39’ 12” 4

2ª Ristomatti HAKOLA + 35” 0

3ª Perrtu HYVÄRINEN + 52” 8

4ª Heikki KORPELA + 1’ 33” 8

5ª Juuso HARALA + 1’ 59” 9

Paolo Romanò

Ti potrebbero interessare anche: