Salto | 29 marzo 2021

Salto con gli sci - Una bellissima notizia da Lubiana: Tande è stato svegliato dal coma e ha parlato con la famiglia

A quattro giorni di distanza dall'orribile caduta avvenuta sul trampolino di volo a Planica, Tande ha fatto molti progressi; la Norvegia ringrazia le autorità sanitarie slovene per l'ottima organizzazione

Salto con gli sci - Una bellissima notizia da Lubiana: Tande è stato svegliato dal coma e ha parlato con la famiglia

Arrivano buone notizie dalla Slovenia, dove Daniel Andre Tande è ricoverato da giovedì scorso, a seguito dell'orribile caduta sul trampolino di volo a Planica, che gli ha causato la rottura della clavicola e la perforazione di un polmone e spinto anche i medici dell'ospedale di Lubiana a metterlo in coma indotto.

L'atleta si è stato lentamente risvegliato dal coma e ha già avuto modo di parlare con la propria famiglia e la fidanzata. «Ha parlato con mamma e fidanzata e le riconosce, quindi va tutto bene» ha affermato il direttore sportivo della squadra nazionale di salto Clas Brede Bråthen a NRK.

Felice anche l'allenatore della squadra norvegese Aleksander Stöckl: «È la miglior notizia di questo fine settimana. Siamo tutti estremamente felici che Daniel sia sveglio e che stia bene. Bisogna ringraziare i medici, da quelli di Planica alla clinica di Lubiana. Spero che Daniel possa tornare presto a casa ed essere di nuovo in salute al 100%». ha scritto in un messaggio a NRK.

«È stato staccato dal respiratore stamattina alle 6 ed è andato tutto bene. La famiglia è con lui e parla con loro» ha affermato il medico della squadra di salto Guri Ranum Ekås lunedì mattina.

Anche la famiglia dell'atleta, che ha raggiunto la Slovenia nella giornata di domenica nel corso del processo di risveglio, ha aggiornato sulle condizione dell'atleta: «È stato molto bello venire in ospedale questa mattina presto per vedere che Daniel era sveglio ed era se stesso. Sono stati giorni di attesa dolorosi e lunghi. Ma è bello sapere che Daniel è stato ben curato e si è ripreso in condizioni tranquille e sicure».

Il ds Bråthen ha poi parlato invece delle emozioni vissute dalla squadra e si è complimentato con l'organizzazione slovena: «Non c'è mai stato un momento più difficile di questo, in cui siamo stati così uniti come squadra. Ci sono voluti 59 minuti dalla caduta fino a quando era nel reparto di terapia intensiva a Lubiana. C'è stata un'attenzione e un seguito da parte dello staff sanitario che è stato di livello assoluto»

Al termine dell'ultima gara di Planica, gli altri saltatori si sono uniti in uno strisciono per augurare a Tande di tornare presto. È l'augurio di tutti, le cose sembrano aver intrapreso la via giusta.

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: