Biathlon | 30 marzo 2021

Zebastian Modin, l'atleta paralimpico "non vedente" giunto 13° nella single mixed dei Campionati Svedesi di biathlon

Nel fondo paralimpico ha già vinto tante medaglie, ora Modin ha superato le barriere e gareggiato con i big del biathlon svedese

Zebastian Modin, l'atleta paralimpico "non vedente" giunto 13° nella single mixed dei Campionati Svedesi di biathlon

Una bellissima e commovente storia di sport è arrivata nell’ultimo weekend dal biathlon. In occasione dei Campionati Svedesi che si sono disputati ad Östersund, ha preso parte alla single mixed relay di domenica anche Zebastian Modin, atleta paralimpico svedese, che gareggia nello sci di fondo nella classe B1, quella riservata alle persone senza o quasi senza vista.

Modin ha già vinto in carriera già tre medaglie di bronzo e due d’argento alle Paralimpiadi nello sci di fondo. A Pechino potrebbe gareggiare anche nel biathlon e sta lavorando proprio per migliorare anche in questa disciplina che lo appassiona. Il ventiseienne di Östersund ha gareggiato con un accompagnatore nella fase di fondo, Robin Bryntesson, che l’ha aiutato in pista. Al poligono, invece ha sparato ad una distanza di dieci metri con una carabina laser, ascoltando dei suoni per capire quando stava per colpire il bersaglio. «È un tono che diventa sempre più alto man mano che mi avvicino al centro, quindi metto un paio di cuffie quando entro nella piazzola» ha affermato a SVT dopo la gara.

A far coppia con lui la biatleta Nicolina Lindqvist. I due hanno chiuso al 13° posto su 22 coppie in gara, con un giro di penalità ed otto ricariche. «Ho ancora molto da lavorare come biatleta – ha ammesso Modinquindi ho avuto un po’ di alti e bassi al tiro. È stato divertente essere coinvolti, tutti sono stati così ben disposti e sembra un bel passo avanti per lo sport paralimpico, ma anche per me che posso migliorare».

Per la cronaca, l’oro è andato alla coppia formata da Hanna Öberg e Jesper Nelin.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: