Biathlon | 13 aprile 2021

Biathlon - Johannes Bø lascia Oslo e compra due sagome per la nuova località

Il campione norvegese andrà a vivere a Kongsvinger dove non ha pista da skiroll e sagome, ma si è già organizzato: "Fondamentale che Gustav vada andare all'asilo, così io posso riposare dopo l'allenamento"

Foto Manzoni/IBU

Foto Manzoni/IBU

Ormai ha abituato tutti a prendere delle decisioni che a molti osservatori possono sembrare contro la logica, ma Johannes Bø ha sempre agito come meglio ha creduto ed i fatti gli hanno sempre dato ragione.
Il campione norvegese ha ora deciso di spostarsi da Oslo a Kongsvinger, località che si trova nella contea di Innlandet, nella zona orientale del paese al confine con la Svezia, a circa un centinaio di chilometri dalla capitale. Una decisione che Johannes e la moglie Hedda avevano già preso per il prossimo anno, ma dopo un lungo ragionamento hanno deciso di anticipare trasferendosi già questa primavera. Una scelta che nell'anno olimpico molti considerano azzardata, in quanto a differenza di Oslo, dove il detentore della Coppa del Mondo ha a disposizione lo splendido centro di Holmenkollen per allenarsi nelle migliori condizioni possibili, in questa piccola cittadina non avrebbe nemmeno un impianto per il biathlon.

A TV2, Johannes Bø ha però difeso la sua scelta: «È tutt’altro che una scommessa – ha subito chiarito il campione norvegese – mi sto trasferendo proprio pensando che sarò molto lontano da lì da agosto fino alla fine della Coppa del Mondo. Gustav ha l’asilo in quelle zone, visto tutti i viaggi che faccio è importante che Hedda (la moglie, ndr) possa essere vicino a casa con i suoi genitori. Hanno dovuto fare spesso avanti ed indietro nel corso dell’inverno e non va bene per nessuno. L’idea è di semplificare la vita di tutti giorni».

Johannes Bø è a buon punto con la costruzione di una nuova casa a Kongsvinger, ma ha deciso di affittare un appartamento lì già a maggio in attesa che sia pronto. «Gustav non ha l’asilo ad Oslo ed è con noi tutti il giorno. Gran parte della vita sportiva di un atleta di alto livello è basata sul riposo ed il recupero, ma diventa difficile con un piccolo che corre in giro. Ha così tanta energia che penso adorerà stare all’asilo ed io avrò l’opportunità di allenarmi e riposare bene durante il giorno, cosa che non ho ad Oslo. Ovviamente ci sono anche dei lati negativi, perché Holmenkollen è il miglior centro sportivo in Norvegia, mentre Kongsvinger non ce l’ha. Ma tutto il resto andrà meglio lì».

Per questo motivo il campione norvegese ha deciso di acquistare due sagome per il biathlon dal vecchio impianto di Ullsheim a Stryn, per cinquemila corone, circa cinquecento euro. Se le farà portare proprio quando si trasferirà a maggio. Al momento però non sa ancora dove porle. «Lo farò quando sarò lì, andrò in giro con la gente del posto e mi farò consigliare. Se dovessi ottenere il permesso, una sagoma potrei anche metterla nella fattoria dei suoceri, ma solo se troveremo il luogo adatto e sicuro».

In questa piccola località al momento non vi è nemmeno una pista da skiroll. «Ma lì ci sono delle buone strade e nemmeno trafficate. Ho già fatto alcuni giri con gli skiroll da quelle parti e penso sia molto bello. Ecco, diciamo che l’unico dubbio al momento è se riuscirò a mettere una sagoma vicino a dove andrò a sciare, quella è la sfida più grande». In realtà appena fuori Kongsvinger ci sarebbe anche una vecchia pista da skiroll, che andrebbe però ristrutturata. Probabilmente l’arrivo di Johannes Bø potrebbe anche velocizzare questo processo.

Inoltre, la distanza di 100 km non vieterà a di raggiungere anche Oslo per allenarsi. «Posso spostarmi, ci saranno anche vari raduni lì. Inoltre molto probabilmente avrò alcuni impegni ad Oslo, tra sponsorizzazioni ed altro, cose che posso combinare con l’allenamento. Poi quando verranno aperti i confini, ci saranno anche alcuni viaggi a Torsby, in Svezia, uno dei miei posti preferiti». Effettivamente la località svedese, munita anche di un tunnel per sciare in estate, è ad appena 80 km dalla sua nuova casa.

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: