Biathlon | 14 aprile 2021

Biathlon - Kristina Reztsova attacca RUSADA: "Controllo antidoping alle 6 di mattina? Abbiate una coscienza"

La rientrante biatleta russa si è lamentata per essere stata svegliata all'alba dagli agenti dell'antidoping

Biathlon - Kristina Reztsova attacca RUSADA: "Controllo antidoping alle 6 di mattina? Abbiate una coscienza"

Ha saltato l'ultima stagione perché in gravidanza, ma dopo aver dato alla luce una bambina, lo scorso 5 febbraio, Kristina Reztsova ha ripreso ad allenarsi. La russa punta a riprendere da dove aveva lasciato, in quanto nella stagione 2019/20 era migliorata, salendo anche sul podio in staffetta, ed entrando due volte nelle venti.

Ma non è riuscita a restar fuori da una piccola polemica. Martedì pomeriggio, proprio mentre in Italia teneva banco la polemica sull'allenatore dell'Atalanta Giampiero Gasperini, deferito perché avrebbe insultato un agente antidoping in occasione di un controllo a sorpresa ad alcuni suoi giocatori - addirittura secondo l'accusa, il tecnico nerazzurro avrebbe detto ad un suo giocatore di non fare il controllo e correre ad allenarsi - in Russia Retztsova attaccava RUSADA.

«Ho postato una stories dalla sessione di allenamento l'altro ieri - ha scritto in una stories su Instagram - ed oggi sono arrivati, miei cari. Quindi, cara RUSADA, ti chiedo vivamente di venire la prossima volta durante una pausa di allenamento, perché alle 6.00 io e mia figlia stiamo ancora dormendo. Per favore, abbiate una coscienza».

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: