Salto | 20 aprile 2021

Salto - La richiesta di 21 atlete in un video: "Le ragazze vogliono volare con gli sci"

Ventuno atlete hanno partecipato all'iniziativa di Maren Lundby per chiedere che anche le donne gareggino sui trampolini di volo; tra di essere c'è anche l'azzurra Lara Malsiner.

Photo Elvis

Photo Elvis

Maren Lundby non si arrende e non è sola nella sua battaglia. Sono ventuno le atlete che hanno partecipato ad un video nel quale chiedono di poter saltare con gli sci, tra di esse è presente anche l'azzurra Lara Malsiner. Nel video le saltatrici, provenienti da ben otto nazioni, dicono in inglese o nella propria lingua madre "I want to go ski flying", con un messaggio finale in qui si chiede di far girare il video: "Aiutaci a realizzare il nostro sogno; condividi questo video ed aiutaci ad andare a volare con gli sci".

Sabato scorso la commissione della Coppa del Mondo di salto con gli sci aveva bocciato la proposta di aprire anche alle donne le competizioni sui trampolini di volo, con la loro partecipazione a Vikersund in occasione del Raw Air.

«Abbiamo lavorato a questo video nel corso dell'anno, ma non era stato pubblicato fino a ora, perché pensavamo di non doverlo usare» ha sottolineato la campionessa norvegese a NRK.

Al Congresso FIS in Grecia nel 2018, la FIS ha abrogato la regola sulla dimensione massima dei trampolini per le donne. Da allora, in teoria, sarebbe possibile organizzare anche gare di volo con gli sci per donne. Finora, questo cambiamento ha portato a un grande aumento delle competizioni sui large hill ed in occasione del Mondiale di Oberstdorf è stata raggiunta la parità di gare tra uomini e donne in un evento iridtato. Proprio Maren Lundby aveva insistito tanto affinché le donne potessero giocarsi le medaglie sul large hill e proprio lei ha vinto l'oro in questa storica prima assoluta. Una cosa che non accadrà però alle Olimpiadi.

Lundby
sognava quindi di poter saltare anche sui trampolini di volo, ma la proposta è stata bocciata anche da nazioni importanti come Germania, Austria e Polonia. La norvegese ha quindi deciso di continuare la sua battaglia pubblicando questo video. «Ho inviato un messaggio alle prime trenta della Coppa del Mondo e ho chiesto quante persone volessero farlo. Sono le 21 che hanno detto chiaramente di sì a far parte della campagna video che è ora disponibile. Due hanno risposto che non erano sicure, due hanno detto che non erano pronte per saltare sui trampolini di volo, mentre cinque non hanno risposto. Il punto era far emergere il pensiero delle più espere».

Qualcuno potrebbe sottolineare proprio il fatto che appena ventuno donne abbiano richiesto di saltare sui trampolini di volo, ma nella sua intervista a NRK Lundby non ha dato importanza alla cosa: «Non credo sia affatto un argomento. Se ci sono 25 che vogliono saltare, allora va bene per lo sport. Sappiamo che è difficile saltare. E non dovrebbe esserci pressione su coloro che non vogliono. Nemmeno tutti i maschi devono saltare con gli sci».

L'obiettivo della norvegese è chiaro: «Spero che si crei un po' di discussione e portiamo le persone dalla nostra parte. Ciò potrebbe mettere un po' di pressione su chi decide. Coinvolge molti, non siamo solo noi norvegesi a volerlo».

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: