Sport vari | 02 maggio 2021

Olimpiadi di Tokyo, le prime senza pubblico

Olimpiadi di Tokyo, le prime senza pubblico

I Giochi Olimpici, l’evento sportivo per antonomasia, andrà finalmente in scena quest’estate, a partire dal 23 Luglio per concludersi l’8 Agosto, e la nazione ospitante sarà il Giappone. La competizione si sarebbe dovuta disputare la scorsa estate ma, per via della pandemia causata dal Covid – 19, per la prima volta nella storia dei Giochi Olimpici l’appuntamento non è stato cancellato ma rimandato di un anno. L’auspicio, con lo slittamento di un anno, era quello di poter svolgere la manifestazione normalmente. La situazione legata al virus però non può purtroppo ritenersi ancora risolta, pertanto questa Olimpiade verrà ricordata per un’altra “prima volta”, ovvero quella che non vedrà il pubblico gremire gli spalti e gli impianti in cui si disputeranno le varie discipline. L’attenzione e l’interesse, per l’evento sportivo per eccellenza, però saranno comunque altissimi e quest’estate gli occhi di tutto il mondo saranno puntati sulle Olimpiadi di Tokyo, con tutti i migliori atleti in circolazione di ogni disciplina sportiva impegnati a darsi battaglia per ottenere una gloriosa medaglia.

Medagliere e discipline dei Giochi Olimpici 2020

Il programma delle Olimpiadi di Tokyo 2020, come da tradizione, è veramente serrato e ricco di appuntamenti. Suddivise tra 33 sport e 50 discipline (saranno 5 le novità di questa edizione) le competizioni che andranno a completare il medagliere dei Giochi Olimpici Giapponesi saranno ben 339. Riusciranno gli USA a primeggiare come successo nelle ultime due edizioni di Rio de Janeiro 2016 e Londra 2012? La tradizione e il numero elevato di atleti e team di primissimo livello consentono agli Stati Uniti di ripartire come grandi favoriti ma le avversarie temibili non mancano come per esempio Cina, Russia e Gran Bretagna, che faranno di tutto per interrompere l’egemonia statunitense.  

Giochi della XXXII Olimpiade: conosciamo meglio alcune delle discipline sulle quali scommettere

Come detto con l’ingresso delle novità karate, skateboard, arrampicata sportiva, surf e baseball/softball, il numero delle discipline in programma a Tokyo sale a 50. Le possibilità per gli appassionati di sfidare se stessi, pertanto, saranno continue grazie alla foltissima lista di scommesse olimpiadi a disposizione. Scopriamo qualche curiosità e vediamo più da vicino alcune delle discipline sulle quali effettuare le proprie scommesse:

  • BASKET
    Da quando, nel 1992, il Team USA ha cominciato a schierare le proprie star della NBA si è fatto sfuggire la medaglia d’oro soltanto in un’occasione, nel 2004 ad Atene, per mano dell’allora fortissima Argentina. Dopo la bruttissima figura rimediata ai Mondiali del 2019 la voglia di rivalsa è altissima e le intenzioni sembrano confermarlo visto che si sono resi disponibili tutti i migliori giocatori del campionato più forte del mondo. Sono loro i grandi favoriti! Previsione che sembra identica anche per la competizione al femminile dove la medaglia d’oro non conosce vincitori diversi dalla nazionale a stelle e strisce da ben sette edizioni.
  • ATLETICA LEGGERA
    Tra i 5 sport presenti nella competizione sin dalla prima Olimpiade del 1896 può forse venire considerata la regina dei Giochi. Gli occhi di tutto il mondo saranno puntati sulla finale dei 100m e sulla maratona, ma le possibilità di scommettere sui vincitori di ogni gara sono davvero tantissime. L’atletica leggera racchiude infatti un insieme di discipline sportive, tra le quali per esempio, i salti: in lungo ed in alto, la marcia e le tantissime tipologie di corse, singole o a squadre, su pista o differenti superfici.
  • NUOTO
    Anch’esso presente sin dall’esordio dei Giochi Olimpici lo si può definire un vero e proprio must della competizione, sia per i tifosi che per gli appassionati di scommesse. Tra batterie e finali infatti le possibilità di scommettere sul vincitore sono svariate. Curiosità legata a questa disciplina è quella di aver consegnato alla storia delle Olimpiadi l’atleta più medagliato in assoluto, con le sue 28 medaglie, di cui 23 d’oro, Michael Phelps può infatti essere considerato il re assoluto dei Giochi Olimpici.
  • GINNASTICA
    Altra disciplina presente fin dalla prima Olimpiade, quella di Atene 1896, la si può considerare sicuramente tra le più emozionanti e romantiche di tutto l’evento. Storiche ed indelebili infatti sono le prestazioni di alcuni atleti, soprattutto al femminile, che si possono considerare vere e proprie leggende sportive. Come Larissa Latynina, la ginnasta più titolata di sempre; Nadia Comaneci, prima ginnasta a realizzare un esercizio perfetto e conquistare un 10; finendo poi con il fenomeno di questa generazione che risponde al nome di Simone Biles, la statunitense ha infatti conquistato 4 ori nell’edizione di Rio 2016 e sbalordito il mondo intero con le sue performance. Riusciranno altre atlete a contrastarla?

TEAM ITALIA: TRA TRADIZIONE E VOGLIA DI SORPRENDERE

Fin dalla prima edizione dei Giochi Olimpici, quella di Atene 1896, il nostro paese è presente. Ed insieme a Gran Bretagna, Francia e Svizzera ha sempre partecipato a tutte le edizioni. Ammonta a ben 701 il numero di medaglie conquistate, suddivise tra Olimpiadi estive ed invernali, che vale un prestigioso sesto posto nel medagliere complessivo dei Giochi Olimpici. Di fatto quindi possiamo considerare l’Italia, con il suo team di atleti, un’assoluta veterana e protagonista delle Olimpiadi.

L’Italia si appresta ad affrontare questa edizione dei Giochi con grande entusiasmo ed ottimismo, consapevole di poter annoverare tra le proprie fila atleti talentuosi e di caratura internazionale, pronti a dare battaglia per conquistare più medaglie possibili, con l’obiettivo di migliorare le 28 conquistate nelle ultime due edizioni di Rio 2016 e Londra 2012.

Ti potrebbero interessare anche: