Sci di fondo | 05 maggio 2021

Il consiglio della Federazione Norvegese di Sci appoggia la revoca del divieto alla camera ipobarica, contrario lo sci di fondo

D'accordo con la proposta dell'atletica leggera di chiedere al consiglio del Comitato Olimpico di revocare il divieto all'utilizzo della camera ipobarica; lo sci di fondo ha votato contro

Foto di Flavio Becchis

Foto di Flavio Becchis

Soltanto lo sci di fondo ha votato contro la revoca del divieto all'utilizzo della camera ipobarica. In un infuocato consiglio di Skiforbundet si è deciso ieri di appoggiare nel consiglio del Comitato Olimpico Nazionale, in programma a fine maggio, la richiesta della Federazione di atletica leggera di revocare il divieto all'utilizzo della camera ipobarica, pratica che dal 2003 è vietata in Norvegia, come in Italia, perché ritenuta doping, ma è invece permessa dalla WADA, l'Associazione Mondiale Antidoping.

Nonostante la forte contrarietà del Comitato dello Sci di Fondo, che fino all'ultimo ha mantenuto la propria linea, la Federazione Norvegese di sci ha votato 10-4 a favore della camera ipobarica e appoggerà nel Consiglio Nazionale di fine maggio la proposta della Federazione di Atletica Leggera. «La maggioranza ha votato a favore per principio di uguaglianza - ha affermato il presidente Erik Røste a NRK - il consiglio vuole che gli atleti norvegesi abbiano le stesse regole degli stranieri».

In tanti si sono arrabbiati fortemente per la contrarietà dello sci di fondo, tra gli altri anche Gjert Ingebrigtsen e Jostein Hallén, professore del NIH, che ha accusato il fondo di slealtà.

Alla fine il comitato sci di fondo ha dovuto accettare il verdetto: «Tutti concordano con il fatto che decide la maggioranza e bisogna accettarlo» ha ammesso Røste.
La Federazione di Sci Norvegese ha comunque deciso che prima di revocare il divieto all'utilizzo della camera ipobarica siano fatte alcune linee guida: «Nella decisione si afferma che verrà istituito un ampio gruppo di lavoro per elaborare delle linee guida e la revoca del divieto non avrà effetto finché tali linee guida non saranno state adottate» ha spiegato Røste.

Il divieto all'utilizzo della camera ipobarica è stato introdotto in Norvegia nel 2003. Sia nel 2008 che nel 2015, sono state avanzate proposte per eliminarlo gradualmente, ma entrambe le volte sono state respinto. Alla fine di maggio il caso verrà nuovamente presentato al Consiglio sportivo del Comitato Olimpico Norvegese, dopodiché si deciderà se revocare o meno il divieto.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: