Sci di fondo | 07 maggio 2021

Fondo - Østberg parla dei problemi avuti negli ultimi due anni: "Temevo di entrare in un buco nero"

La fondista norvegese ha parlato dei suoi problemi con la nutrizione che le hanno anche provocato le fratture da stress: "Mi sono allenata troppo rispetto a quanto mi sono nutrita e ciò ha logorato il corpo"

Fondo - Østberg parla dei problemi avuti negli ultimi due anni: "Temevo di entrare in un buco nero"

Un anno intero fuori dalle competizioni internazionali a causa di una frattura da stress (la seconda in pochi mesi, ndr) ed anche, secondo quanto scritto dai media norvegesi, il mancato certificato sanitario da parte della staff medico della federazione. Nonostante queste problematiche, Ingvild Flugstad Østberg è stata inserita lo stesso nella squadra elite femminile della nazionale norvegese per la stagione 2021/22.

Una volta ufficializzato il suo inserimento in prima squadra, Østberg è tornata a parlare ai media dopo diverso tempo, intervenendo su diversi siti e tv norvegesi. La vincitrice della Coppa del Mondo nella stagione 2018/19 è tornata sui suoi problemi legati in particolare all’alimentazione, che le avrebbero di conseguenza provocato le fratture da stress: «Sono finita in questa situazione perché mi sono allenata molto per tanti anni – ha affermato la fondista norvegese a Dagbladetè una cosa di cui vado fiera, ma a volte mi sono allenata troppo in relazione a quanto mi sono nutrita. Ciò alle lunghe logora il corpo».
A TV2, Østberg ha ammesso di essere rimasta molto delusa quando le era stato comunicato di doversi fermare : «Quando mi hanno detto che avrei dovuto fermarmi è stato un momento difficile. Mi ero allenata bene, ma i medici ritenevano ci volesse più tempo per recuperare. Per me è stato un messaggio duro da accettare, perché volevo andare ai Mondiali. Ancora non so quando tornerò. Diciamo che se ci fosse stato un raduno oggi, non sarei andata, ma spero di poterlo fare tra poco. Non c’è niente che desidero di più rispetto al tornare alla normalità».

La norvegese ha quindi descritto i suoi problemi con tanta sincerità: «Per uscire da questa situazione devo iniziare a trovare il giusto equilibrio tra allenamento e nutrizione. Negli sport di alto livello bisogna trovare il giusto bilanciamento. Per alcuni atleti è più difficile rispetto ad altri, così è per me. A volte mi sono allenata troppo duramente rispetto a quanto mi sono nutrita e ciò non ha fatto bene alla mia salute. Non ha senso stare qui a rimpiangere quello che ho fatto, ma è comunque difficile cambiare le cose dopo tanto tempo. Ho però capito l’importanza della nutrizione ed inizio anche a parlarne».

A volte l’argomento sembra quasi tabù all’interno dell’ambiente, anche se Østberg la pensa diversamente. «Spero di no, anche se è difficile parlarne. Non so come spiegarlo. Una cosa sono quelli della tua squadra o chi è dentro. Un’altra cosa è spiegarlo alle persone al di fuori del nostro ambiente. Ma non credo sia un tabù parlarne. Possiamo farlo in squadra».

Østberg ha ammesso di essere stata aiutata molto in questo lungo periodo: «Hanno messo un’intera squadra attorno a me, da medici a nutrizionisti, da preparatori atletici a psicologi. Mi dicono tutto, da quanto e cosa dovrei mangiare a come e quanto dovrei allenarmi. Apprezzo molto l’aiuto che sto ricevendo. Pensavo di entrare in un buco nero ed essere molto depressa, ma ho tenuto la testa fuori dall’acqua».

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: