Sci di fondo | 08 maggio 2021

Sci di Fondo - L'obiettivo del giovane Amundsen: "Mettermi in mostra al Tour de Ski per guadagnarmi Pechino"

Il classe '98 di Asker, bronzo nella 15km in skating di Oberstdorf, ha ben chiare le idee: "Essere un fondista completo, fare sprint e 50km come Klæbo e Bolshunov per essere al top negli Ski Tour"

Sci di Fondo - L'obiettivo del giovane Amundsen: "Mettermi in mostra al Tour de Ski per guadagnarmi Pechino"

Ad Oberstdorf ci aveva raccontato che fino a pochi anni fa avrebbe sognato di fare il calciatore, magari affiancando Håland in una nazionale norvegese di calcio che promette molto bene negli anni avvenire. Harald Østberg Amundsen è diventato però un fondista di ottimo livello, ha vinto il bronzo al suo esordio ai Mondiali di Oberstdorf e nei giorni scorsi ha anche avuto l'ufficialità, piuttosto scontata, del suo ingresso nella squadra d'elite della nazionale norvegese.

Il ventiduenne, che ha anche una gemella, Hedda, inserita nella squadra di reclutamento, ha descritto a VG le proprie emozioni nel vedersi convocato nella squadra più importante della nazionale norvegese. «È qualcosa che sognavo. È enorme per me. La squadra d'élite è un passo avanti sotto ogni punto di vista. Devo essere preparato ai cambiamenti e alle aspettative molto più alte. Sono orgoglioso di essere entrato in questo gruppo e sento di averlo meritato».

A dargli il benvenuto Eirik Myhr Nossum, competente e simpatico allenatore del gruppo élite "allround" della nazionale norvegese. «Avevamo bisogno di una persona nuova che facesse il caffè al mattino e so che Harald può farlo» ha scherzato l'allenatore. Più seriamente ha poi aggiunto: «Mi è piaciuto molto quello che ci ha mostrato nell'ultima stagione. È stato sempre su un alto livello fin dall'inizio e mi ha impressionato per quello che ha fatto ai Mondiali. È un atleta da cui mi aspetto molto».

Amundsen sa di entrare a far parte di un gruppo molto competitivo ed è consapevole che di fronte avrà atleti mostruosi anche negli allenamenti. L'obiettivo è di contribuire ad alzare ulteriormente il livello del gruppo: «Penso di avere essere un po' più veloce nello sprint rispetto ad alcuni del gruppo, quindi spero di poter contribuire alla squadra. Inoltre sugli skiroll sono abbastanza competitivo».

Il giovane norvegese è visto da molti come un ottimo atleta nelle distance in skating, ma lui ha voluto mettere subito in chiaro le cose, ribadendo di voler essere competitivo in ogni format di gara, diventando un fondista completo: «Mi alleno tanto in classico quanto in pattinaggio. Voglio fare tutto, dalla sprint alla cinquanta chilometri, un po' come Klæbo e Bolshunov. Devo solo lavorare sodo. Voglio davvero essere un atleta che può combattere negli Ski Tour. Ovviamente battere Klæbo in una sprint sarà dura, ma spero di potermi avvicinare a lui in modo da poter competere al top negli Ski Tour».

È quindi evidente l'obiettivo di Amundsen di diventare un atleta da classifica generale e soprattutto da Tour de Ski. Non a caso, il giovane di Asker ha ammesso a VG di vedere nel Tour de Ski la sua carta d'imbarco per le Olimpiadi di Pechino: «Non saranno tanti gli atleti che andranno a Pechino, la cruna dell'ago sarà ancora più ristretta. Ma penso di poter crescere al punto da meritarmi di essere lì. Spero di potermi mettere così in mostra nel Tour de Ski da poter entrare a far parte della squadra olimpica».

Insomma, sembra proprio che il norvegese voglia puntare molto seriamente alla gara a tappe che a gennaio si chiuderà in Val di Fiemme.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: