Turismo | 09 luglio 2021

Turismo: a Passo Lavazé l’Albergo Dolomiti diventa il punto di riferimento degli atleti professionisti

Dalla Norvegia alla Finlandia, passando per l’Italia, le squadre di sci di fondo e biathlon, qui possono allenarsi tutto l’anno. E per i turisti escursioni in una natura dai mille colori ed ottimo cibo

Turismo: a Passo Lavazé l’Albergo Dolomiti diventa il punto di riferimento degli atleti professionisti

Ormai è diventato il punto di riferimento per le squadre nazionali provenienti da tutto il mondo, l’Albergo Dolomiti a Lavazé, il valico alpino ad oltre 1.800 metri, paradiso degli amanti dello sci di fondo d’inverno e delle escursioni, a piedi ed in bici, immersi nella natura d’estate.

Perché il Passo di Lavazé - nel comune di Varena in provincia di Trento - con i suoi 80 chilometri di piste, in inverno si trasforma in uno dei centri sportivi più rinomati per lo sci di fondo ed il biathlon, mentre durante la bella stagione offre innumerevoli possibilità a livello turistico: dal trekking, alle passeggiate in mountain bike.

Ed è proprio in questo spettacolo della natura che sorge l’Albergo Dolomiti Lavazé, da cinquant'anni condotto con la stessa professionalità e cortesia dalla famiglia Monsorno, diventato meta delle squadre nazionali maschili e femminili - dalla Norvegia alla Finlandia, passando naturalmente per l’Italia - di sci di fondo e biathlon. Infatti qui gli atleti, grazie ai loro skiroll - praticamente sci con rotelle -, possono praticare entrambi gli sport ed allenarsi in maniera adeguata e costante, anche nel periodo estivo.

“È vero - spiega Milena Monsorno, che insieme al fratello Michele si occupa dell’accoglienza e della cucina dell’albergo di famiglia - ormai siamo il punto di riferimento per i professionisti che vogliono allenarsi a Lavazé e, oltre ai campi da fondo, trovano anche una sistemazione in stanze o alloggi e naturalmente una alimentazione adeguata alle loro esigenze”.

Alimentazione che sa di cucina casalinga e tradizionale, proprio come quella proposta ai turisti, tra i quali molte famiglie, che nell’Albergo Dolomiti Lavazé vogliono trovare relax, buon cibo ma anche molte possibilità di fare attività fisica in un luogo incantato.

“Nella nostra cucina - spiega Milena -, non manca mai il porridge, ossia la zuppa d’avena, il cibo preferito dagli sportivi. E poi miele e frutti di bosco, salumi e uova per una colazione energizzante”.

Le specialità dello chef Michele, però sono la pasta fatta in casa e la polenta condita nei modi tipici, come quella con sugo di cervo.

Dall’Albergo Dolomiti Lavazé, si può partire a piedi o in bici - che si posso affittare, sia quelle tradizionali che l’e-bike - ma anche godersi dei panorami unici, come l’affascinante alba ed il tramonto che colora di rosso le imponenti Dolomiti, oppure il bellissimo lago che si riempie di ninfee. Spettacoli unici, che fanno di Passo Lavazé un luogo di colori dalle sfumature inimitabili: il verde della natura, l’azzurro del cielo ed il bianco della neve. E poi il rosso infuocato della catena montuosa delle Dolomiti ed il rosa delle ninfee: tutti colori che rendono indimenticabile una vacanza.

NaMur

Ti potrebbero interessare anche: