Salto | 17 luglio 2021

Salto femminile - Il Grand Prix si apre con la vittoria della slovena Ursa Bogataj

A Wisla successo della slovena sulle giapponesi Takanashi e Maruyama; 21ª posizione per Lara Malsiner, unica italiana al via

Salto femminile - Il Grand Prix si apre con la vittoria della slovena Ursa Bogataj

È Ursa Bogataj la vincitrice della prima gara stagionale del Summer Grand Prix di salto femminile, che si è disputata sul trampolino polacco di Wisla. La slovena si è imposta eseguendo due ottimi salti, riuscendo ad atterrare in entrambe le serie a 126,5 metri, aggiungendo anche un discreto atterraggio. Alle sue spalle un’ottima Sara Takanashi, che ha iniziato subito con una prestazione di alto livello, facendo una buonissima impressione soprattutto nella seconda serie. Le due hanno chiuso con un distacco di appena 2,3 punti.

Sul terzo gradino del podio è salita un’altra giapponese, Nozomi Maruyama, che ha confermato la crescita della passata stagione. La ventitreenne si è ben difesa dal ritorno di Eva Pinkelnig, chiudendo terza grazie anche all’ottimo atterraggio. Ai piedi del podio, l’austriaca ha dimostrato di aver ritrovato il suo salto, dopo essere stata costretta a saltare buona parte della passata stagione, arrivando al Mondiale di Oberstdorf non nelle migliori condizioni di forma dopo il lungo stop. Soddisfatte per le proprie prestazioni anche Klinec ed Ito, rispettivamente quinta e sesta, mentre Nika Kriznar e Marita Kramer, giunte settima ed ottava, hanno sfruttato questa gara per togliersi un po’ di ruggine.

Ventunesima posizione finale per Lara Malsiner, capace nella seconda serie di recuperare sei posizioni. La gardenese non era soddisfatta del suo primo salto, mentre nel secondo è riuscita ad arrivare a 105 metri, anche se l'atterraggio non è stato perfetto. Assente Jessica Malsiner, che venerdì non aveva superato il taglio delle qualificazioni.

CLASSIFICA FINALE TOP 10
1ª U. Bogataj (SLO) 227.9 (111.6 – 116.3)
2ª S. Takanashi (JPN) 225.6 (108.9 – 116.7)
3ª N. Maruyama (JPN) 212.8 (106.2 – 106.6)
4ª E. Pinkelnig (AUT) 211.2 (101.8 – 109.4)
5ª E. Klinec (SLO) 210.3 (103.2 – 107.1)
6ª Y. Ito (JPN) 208.5 (103.2 – 105.3)
7ª N. Kriznar (SLO) 203.5 (102.7 – 100.8)
8ª M. Kramer (AUT) 199.7 (97.7 – 102.0)
9ª D. Iraschko-Stolz (AUT) 186.0 (96.9 – 89.1)
10ª J. Brecl (SLO) 185.1 (92.6 – 92.5)
L’Italiana
21ª L. Malsiner 127.2 (58.4 – 68.8)

Per la classifica completa clicca qui

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: