Sci di fondo | 22 luglio 2021

Sci di Fondo - La nazionale paralimpica ha scelto lunghi raduni in quota: "Anche Pellegrino è rimasto sorpreso"

Giuseppe Romele e Cristian Toninelli, seguiti da Paolo Marchetti, stanno passando quasi tutto il mese di luglio in quota; Romele: "Pellegrino mi ha chiesto come facciamo a stare così a lungo oltre i duemila"

Sci di Fondo - La nazionale paralimpica ha scelto lunghi raduni in quota: "Anche Pellegrino è rimasto sorpreso"

Nella passata stagione ha ottenuto risultati di altissimo livello in ambito internazionale e gli hanno consentito di ricevere il "fiocco d'oro" in occasione dell'evento che si è tenuto a Cortina la scorsa settimana. Giuseppe Romele è motivatissimo in vista della stagione 2021/22, che porterà anche ai Giochi Paralimpici di Pechino. Per questo motivo sta passando tanti giorni in alta quota, con l'obiettivo di sciare il più possibile ed adattare il proprio corpo alle condizioni che troverà poi in Cina, quando si gareggerà a 1700 metri.

L'azzurro si sta allenando ora sullo Stelvio, soggiornando al Livrio, assieme a Cristian Toninelli ed il preparatore Paolo Marchetti. I tre hanno fatto il punto della situazione sulla loro preparazione, in un'intervista rilasciata al microfono di Katja Colturi per Fondo Italia a Livigno. Romele ha anche raccontato una sua simpatica conversazione con un curioso Federico Pellegrino, rimasto molto colpito dai tanti giorni in quota che gli atleti paralimpici stanno passando.

 

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: