Biathlon | 21 agosto 2021

Biathlon - Stupenda Stina Nilsson: sua la sprint dei Campionati Svedesi Estivi

L'ex fondista si è imposta davanti alle sorelle Öberg. Tra gli uomini nettissimo successo di Samuelsson.

Biathlon - Stupenda Stina Nilsson: sua la sprint dei Campionati Svedesi Estivi

L’esordio in Coppa del Mondo lo aveva già dimostrato, oggi è arrivata la conferma: Stina Nilsson si farà notare anche nel biathlon. L’olimpionica dello sci di fondo, a un anno di distanza dalla sua scelta di lasciare lo sci di fondo per iniziare una nuova carriera nel biathlon, ha colto il suo primo grandissimo risultato, vincendo la sprint dei Campionati Svedesi Estivi, davanti alle sorelle Elvira e Hanna Öberg.

Un successo frutto di una bella prestazione sugli sci, con un ultimo giro nel quale ha fatto la differenza, ma soprattutto di un’ottima prova al poligono. Dopo i due errori a terra, infatti, Nilsson sembrava tagliata fuori per la vittoria, ma ha recuperato 13” nel secondo giro e al poligono in piedi è stata precisa e anche veloce, riuscendo così a azzerare di fatto lo svantaggio, uscendo dall’ultima serie con appena 4” da recuperare a Hanna Öberg, tradita da un errore in piedi, e 2” da Elvira Öberg, che ha mancato un colpo per serie.
Partita dopo le avversarie e con i riferimenti dei loro tempi, Stina Nilsson ha dimostrato che quello di ieri, quando ha faticato nella gara esclusivamente di fondo, era stato soltanto un caso, è andata a tutta e si è presa il successo mettendosi alle spalle un’ottima Elvira Öberg. La più giovane delle sorelle ha confermato di essere già in ottima condizione nel fondo ed è riuscita a scavalcare una Hanna forse ancora un po’ indietro. Ovviamente siamo ancora in estate, quindi ogni atleta deve ancora raggiungere il top della condizione e sicuramente non sono tutte allo stesso punto, ma il risultato odierno libera Stina Nilsson di tanta tensione, dimostra a lei stessa e a chi non credeva nella sua scelta, che l'ex fondista può avere un futuro di livello anche nel biathlon, come aveva già mostrato a Östersund lo scorso marzo. L’enorme lavoro che ha fatto lo scorso anno inizia a ripagare, come dimostra lo shooting time di 1'09", stesso tempo di Hanna Öberg e solo un secondo più lenta di Elvira. Va ammirata per l'impegno con cui sta affrontando questa nuova avventura.
    
Nella gara maschile pronostico rispettato. Samuelsson si è imposto con un netto vantaggio, sfruttando anche la giornataccia al tiro di Ponsiluoma. Con un doppio zero, Samuelsson ha vinto addirittura con 1’40” su Viktor Brandt, giovane che deve ancora esordire in Coppa del Mondo, autore di una gara senza errori. Terzo un buon Malte Stefansson, che conferma le sue ottime qualità, nonostante i tre errori complessivi, due a terra. Per lui un distacco di 1’53”. Giù dal podio Ponsiluoma, che ha mancato addirittura cinque bersagli, eppure giunto ad appena due decimi dal terzo posto. In grande difficoltà Nelin, solo undicesimo con ben sei errori.

CLASSIFICA FINALE FEMMINILE
1ª S. Nilsson 22’27.1 (2+0)
2ª E. Öberg +5.8 (1+1)
3ª H. Öberg +9.5 (0+1)
4ª A. Magnusson +35.8 (1+1)
5ª M. Brorsson +42.1 (1+0)
6ª L. Persson +59.0 (2+1)
7ª E. Högberg +1’07.4 (2+1)
8ª A. Lind +1’11.5 (1+0)
9ª A. Hedström +1’25.8 (1+1)
10ª I. Andersson +1’28.5 (0+2)


CLASSIFICA FINALE MASCHILE TOP 10
1° S. Samuelsson 24’30.1 (0+0)
2° V. Brandt +1’39.8 (0+0)
3° M. Stefansson +1’53.3 (2+1)
4° M. Ponsiluoma +1’53.5 (2+3)
5° H. Sjökvist +2’02.8 (0+1)
6° T. Arwidson +2’05.0 (0+1)
7° O. Brandt +2’17.8 (3+2)
8° G. Stegmayr +2’41.6 (0+2)
9° P. Femling +2’55.2 (2+2)
10° J. Stridsman +3’17.3 (3+2)   

 

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: