Skiroll | 27 settembre 2021

Trento e il Monte Bondone accolgono i campioni dello skiroll italiano

Il 16 e 17 ottobre, gli skirollisti italiani tornano in provincia di Trento per i Campionati Italiani Sprint e la Coppa Italia sul Monte Bondone.

Foto di Gaia Panozzo

Foto di Gaia Panozzo

La scorpacciata di skiroll in Trentino non è conclusa: dopo i Campionati del Mondo tocca ai Campionati Italiani sprint di Trento sabato 16 ottobre, e alla Coppa Italia sul Monte Bondone domenica con la prova in salita, evento proposto da Trento Eventi Sport in collaborazione con il Team Futura per la parte tecnica, APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e FISI – Federazione Italiana Sport Invernali.

Due gare diventate ormai consuetudine nella storia dello skiroll tricolore, con la variante della sprint (sabato a partire dalle ore 14.30) lungo Corso del Lavoro e della Scienza in zona MUSE – Museo delle Scienze di Trento, già collaudata con le gare veloci del recente Campionato Europeo di ciclismo, anzichè in Corso 3 Novembre come in passato. A fine gara è annunciata la festa in Piazza delle Donne Lavoratrici (verso le 17.30) dove si potranno incontrare i campioni italiani, alcuni dei quali da poco medagliati “mondiali” in Val di Fiemme.

Il cuneese Emanuele Becchis, neo campione del mondo, sarà sicuramente l’atleta di spicco e favorito numero uno nella gara sprint, ma sono in molti a puntare al podio, a partire dal trentino dal passato dorato Alessio Berlanda e Michele Valerio.
Domenica, invece, gara in tecnica classica sul Monte Bondone, valida per la Coppa Italia e anche come anticipazione della Coppa Italia Master invernale di sci di fondo, come è successo a Forni Avoltri per la Coppa Italia senior. Il tracciato designato è di 9 km tra le località Candriai e Vason, sia per senior e junior, sia per i master.

Uno degli atleti più attesi è sicuramente Matteo Tanel, fresco oro mondiale e vincitore della Coppa del Mondo, la sua seconda in carriera. Nel suo prestigioso curriculum manca, incredibile ma vero, un titolo di campione italiano. Non che disdegni le gare nazionali, tra il resto ha mostrato in passato di gradire la prova del Bondone, le salite dure sono un po’ il suo pane, ma per il momento il bolzanino non ha ancora sciolto le riserve.

Con questa gara il Team Futura - da qualche anno concentrato sulla squadra che partecipa soprattutto al circuito Ski Classics - ritorna all’attività organizzativa e non sarà l’unica novità per la stagione entrante, nemmeno per il Monte Bondone.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche: