Olimpiadi | 29 settembre 2021

Olimpiadi Pechino 2022, il CIO: "21 giorni di quarantena per gli atleti non vaccinati; Giochi aperti solo a pubblico cinese"

Il CIO ha comunicato oggi, nel corso del Comitato Esecutivo, le disposizioni ricevute dal Comitato Organizzatore di Pechino 2022.

Olimpiadi Pechino 2022, il CIO: "21 giorni di quarantena per gli atleti non vaccinati; Giochi aperti solo a pubblico cinese"

Il CIO, Comitato Internazionale Olimpico, ha comunicato oggi le disposizioni ricevute dal Comitato Organizzatore di Pechino 2022 per le Olimpiadi e le Paralimpiadi di febbraio e marzo 2022. Due le notizie importanti: la prima è che tutti i partecipanti ai Giochi dovranno aver completato il ciclo vaccinale, altrimenti dovranno sostenere 21 giorni di quarantena; la seconda riguarda l'apertura soltanto agli spettatori di cittadinanza cinese, che rispetteranno però i criteri di sicurezza riguardo il covid 19.

Il CIO e il Comitato Paralimpico hanno sottolineato nel loro comunicato di rispettare pienamente le regole stabilite da Pechino 2022, in quanto si basano su ampie consultazioni con esperti internazionali e autorità cinesi, nonché sull'esperienza delle parti interessate olimpiche e paralimpiche.

A fine ottobre il Comitato Organizzatore rilascerà le linee guida per tenere sotto controllo l'emergenza covid durante i Giochi. Le regole presentate da Pechino 2022 saranno dettagliati nelle linee guida. Una seconda versione sarà poi pubblicata a dicembre.

Ecco alcuni punti fondamentali, come riportati dal sito del CIO.

Vaccinazione

«Tutti gli atleti e i partecipanti ai Giochi che sono completamente vaccinati entreranno nel sistema di gestione a circuito chiuso (bolla) all'arrivo. I partecipanti ai giochi che non sono completamente vaccinati dovranno sostenere una quarantena di 21 giorni all'arrivo a Pechino. Verranno prese in considerazione eventuali esenzioni per gli atleti che presenteranno una motivazione medica giustificata. Saranno accettati tutti i vaccini riconosciuti dall'OMS o da organizzazioni internazionali collegate, o approvati ufficialmente dai paesi o dalle regioni interessate».

Gestione della bolla

«Dal 23 gennaio fino alla fine delle Paralimpiadi, sarà implementato un sistema di gestione a circuito chiuso (bolla) per garantire il sicuro svolgimento dei Giochi. Questo sistema coprirà tutte le aree relative ai Giochi, inclusi arrivo e partenza, trasporto, alloggio, ristorazione, competizioni e cerimonie di apertura e chiusura. All'interno della bolla, i partecipanti potranno spostarsi solo tra le sedi dei Giochi per allenamenti, gare e lavoro. Verrà messo in atto un sistema di trasporto dedicato esclusivamente ai Giochi».

Spettatori/Biglietteria

«I biglietti saranno venduti esclusivamente agli spettatori residenti nella Cina continentale, che soddisfano i requisiti delle contromisure al COVID-19. I requisiti specifici sulle contromisure COVID-19 per gli spettatori dalla Cina continentale e i dettagli sulle modalità di emissione dei biglietti sono in fase di discussione e sviluppo e saranno resi noti al pubblico a tempo debito una volta finalizzati».

Politica per gli ospiti accreditati

«Pechino 2022 e il CIO hanno sottolineato che tutte le attività sono in fase di valutazione e ottimizzazione per concentrarsi sugli aspetti essenziali della consegna dei Giochi. Gli stakeholder applicheranno questo principio per i loro piani e la composizione delle delegazioni. In linea con questo principio, il Comitato Esecutivo del CIO ha deciso di cancellare la categoria dell'ospite accompagnatore per tutti gli stakeholder».

Viaggiare

«Pechino 2022 aiuterà gli stakeholder che non sono in grado di prenotare in modo indipendente i loro voli prima dei Giochi o nel periodo dei Giochi».

Strutture recettive

«Oltre agli atleti e ad alcuni funzionari della delegazione che accompagnano gli atleti che vivono nei Villaggi, tutti i partecipanti che si recheranno a Pechino risiederanno negli hotel convenzionati a Pechino 2022 che saranno conformi alle contromisure COVID-19 per i Giochi».

Covid test

«Tutti i partecipanti ai Giochi, cinesi e internazionali, e tutti gli addetti ai lavori presenti nella bolla, saranno soggetti a test quotidiani».

Il CIO e l'IPC hanno poi aggiunto: «Accogliamo con favore la decisione di consentire la vendita di biglietti agli spettatori residenti nella Cina continentale. Ciò faciliterà la crescita degli sport invernali in Cina offrendo a quegli spettatori un'esperienza olimpica e paralimpica degli sport invernali d'élite in prima persona, oltre a creare una bella atmosfera nelle location di gara. Tuttavia, tutte le parti sono dispiaciute per gli atleti e gli spettatori di tutto il mondo, consapevoli che la restrizione per gli spettatori al di fuori della Cina continentale doveva essere messa in atto per garantire lo svolgimento sicuro dei Giochi questo inverno.
Ulteriori informazioni sull'attuazione di queste politiche e ulteriori informazioni sulle contromisure COVID-19 saranno dettagliate nelle linee guida, che verranno rilasciate a fine ottobre e dicembre.

I Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022 si svolgeranno dal 4 al 20 febbraio, mentre i Giochi Paralimpici Invernali si terranno dal 4 al 13 marzo.

 

 

 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: