Olimpiadi | 05 ottobre 2021

Olimpiadi - Milano-Cortina 2026 pronta a prendersi la scena dopo Pechino 2022!

Nel corso del Delivery Partners Meeting, il Comitato Organizzatore di Milano-Cortina 2026 ha aggiornato CIO e CPI ricevendo tanti apprezzamenti

Olimpiadi - Milano-Cortina 2026 pronta a prendersi la scena dopo Pechino 2022!

Prosegue a ritmo spedito il lavoro del Comitato Organizzatore di Milano Cortina 2026, che ha utilizzato il Delivery Partners Meeting di questa settimana per condividere importanti aggiornamenti sui progressi con il Comitato Internazionale Olimpico (CIO) e il Comitato Internazionale Paralimpico (CIP).
 
Parlando dell'incontro, il presidente della Commissione di coordinamento Milano Cortina 2026 del CIO, Sari Essayah, ha dichiarato: «Dobbiamo congratularci con il team di Milano per i progressi avuto in questi tempi difficili. Le solide basi poste dal Comitato Organizzatore lo hanno reso possibile. Nel corso dei loro aggiornamenti, siamo stati davvero incoraggiati nel constatare la loro forte determinazione a creare Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali che siano sostenibili. Questo è fondamentale per il futuro dei Giochi Olimpici, come delineato nell'Agenda Olimpica 2020+5 e nella Nuova Norma».
 
Essayah ha poi aggiunto: «Abbiamo sentito che Milano Cortina 2026 sta proseguendo nel rafforzare un forte coinvolgimento dopo il lancio del suo nuovo marchio a marzo, con diverse iniziative entusiasmanti previste per le prossime settimane. Questo culminerà, all'inizio del prossimo anno, quando gli occhi del mondo saranno puntati sull'Italia mentre Pechino 2022 consegnerà le bandiere olimpiche e paralimpiche. Dopo aver visto la passione, l'entusiasmo e la professionalità all'interno del Comitato Organizzatore, è chiaro che Milano Cortina 2026 è puntuale e pronta a salire sotto i riflettori questo inverno».
 
Sugli incontri positivi che si sono susseguiti, ha riflettuto anche Giovanni Malagò, Presidente del Comitato Organizzatore Milano Cortina 2026: «Il nostro rapporto con il Comitato Olimpico Internazionale e il Comitato Internazionale Paralimpico è eccellente ed fondamentale per avere lavorare nel migliore dei modi, ora e nei mesi successivi. Siamo orgogliosi di aver ricevuto feedback positivi sui risultati ottenuti dalla Fondazione Milano Cortina 2026 negli ultimi tempi. Certo, siamo consapevoli che i prossimi mesi saranno per noi molto importanti perché, al termine dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Pechino 2022, acquisiremo ufficialmente il titolo di 'Paese ospitante dei prossimi Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali' . Questo sarà un motivo di orgoglio ma anche un'assunzione di maggiori responsabilità che sapremo gestire con efficienza, grazie alla passione e alla competenza di chi lavora ogni giorno per rendere i Giochi Olimpici e Paralimpici 2026 i Giochi per tutti».
 
Le discussioni con il CIO e l'CPI hanno riguardato i progressi compiuti dall'ultima riunione della Commissione di coordinamento nell'aprile di quest'anno.
 
Il team di Milano Cortina 2026 ha condiviso gli insegnamenti del Games Education Program tenutosi durante Tokyo 2020. Lì, diversi membri del comitato organizzatore hanno acquisito preziose conoscenze che li stanno aiutando a far progredire i propri piani di consegna.
Sono state evidenziate una serie di soluzioni innovative per gli eventi, come la composizione degli eventi freestyle a Livigno. Come parte di questa discussione, è stato introdotto l'ingresso dello scialpinismo. Questo fa seguito alla decisione della Sessione del CIO di Tokyo di quest'anno di ammettere lo sport al programma Milano Cortina 2026 su richiesta del Comitato Organizzatore.
 
Inoltre, sono state discusse una serie di questioni operative e commerciali. Presentata una panoramica del disegno organizzativo di Milano Cortina 2026. Per illustrare la crescita del team di Milano Cortina 2026, è stato segnalato che lo staff del Comitato Organizzatore si è recentemente trasferito nella nuova sede. Situati nella Torre Allianz a Milano, questi uffici verranno ufficialmente inaugurati a fine mese.
 
Questo argomento ha anche fornito l'opportunità di spiegare lo sviluppo di strette relazioni con i comitati organizzatori locali, la cui esperienza aiuterà a realizzare eventi olimpici e paralimpici in ciascuna delle regioni ospitanti.
 
Sul tema della costruzione di relazioni, il team di Milano Cortina 2026 ha dettagliato i suoi continui sforzi per far crescere il proprio marchio dopo il lancio degli emblemi dei Giochi all'inizio di quest'anno. Ciò è stato supportato dalla creazione della loro rete di ambasciatori, che comprende l'ex calciatore internazionale Francesco Totti, le medaglie d'oro olimpiche Federica Pellegrini, Alberto Tomba e Deborah Compagnoni e la medaglia d'oro paralimpica Bebe Vio.
 
Alla base di tutto questo c'è una sostenibilità molto ambiziosa e una strategia di legacy, che si allinea con gli obiettivi del CIO e dell'CIP in questo settore. Con la sua attenzione all'impatto economico, ambientale e sociale che avranno i Giochi, il team di Milano Cortina 2026 ha guadagnato elogi per ciò che ha raggiunto in così poco tempo.
 
Guardando al futuro, il team di Milano Cortina 2026 ha spiegato come trarre vantaggio dal passaggio di consegne dai Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Pechino 2022. Nei prossimi mesi saranno annunciati alcuni programmi nazionali di coinvolgimento, volti a suscitare entusiasmo tra la popolazione locale condividendo anche il meglio dell'Italia con il mondo.

I Giochi Olimpici di Milano-Cortina 2026 si svolgeranno dal 6 al 22 febbraio 2026, mentre le Paralimpiadi dal 6 al 15 marzo.

Ti potrebbero interessare anche: