Biathlon | 12 ottobre 2021

Il CONI ha premiato il biathlon italiano: Wierer e Windisch hanno ricevuto il collare d'oro, a Curtaz la palma d'oro

A Milano si è svolta la cerimonia di premiazione dei Collari d'Oro 2020, massima onorificenza del CONI. Premiata anche l'US Asiago.

Il CONI ha premiato il biathlon italiano: Wierer e Windisch hanno ricevuto il collare d'oro, a Curtaz la palma d'oro

Il biathlon italiano è stato grande protagonista nella cerimonia dei Collari d'Oro 2020, massima onorificenza del CONI, che si è svolta questa mattina all'Auditorium LaVerdi di Milano, trasmesso anche in diretta televisiva su Rai Sport. Premiati gli atleti che hanno conquistato titoli mondiali in discipline olimpiche. Tra essi, quindi, quattro campioni della FISI: Dominik Paris e Federica Brignone per lo sci alpino, Dominik Windisch e Dorothea Wierer per il biathlon. Il campione del mondo di Östersund 2019 ha ritirato il premio indossando la divisa dell'Esercito, così come Dorothea Wierer ha ricevuto il collare d'oro per i tre titoli mondiali vinti tra Östersund e Anterselva, vestendo la divisa della Finanza.
A rendere ancora più speciale la giornata per il biathlon italiano, anche la palma d'oro assegnata a Fabrizio Curtaz, direttore tecnico della disciplina, che ha sottolineato a Fondo Italia di condividere questo premio con tutto lo staff tecnico che ha lavorato al suo fianco per portare il nostro biathlon il più in alto possibile.

All'evento, insieme al Presidente del CONI, Giovanni Malagò, e al Segretario Generale, Carlo Mornati, hanno partecipato il Sottosegretario con delega allo Sport, Valentina Vezzali, il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, Alessandro Fermi, il Prefetto di Milano, Renato Saccone, il Questore Giuseppe Petronzi e il Rettore della Bocconi, Gianmario Verona.

Il presidente Malagò ha spiegato cosa ha portato alla decisione di non premiare gli atleti dell'anno sportivo 2020 assieme a quelli del 2021: «Abbiamo resistito agli effetti pandemia, ci tenevamo a celebrare coloro che avrebbero dovuto ricevere collare d'oro lo scorso anno. Successivamente si svolgerà anche quella del 2021».

Valentina Vezzali ha aggiunto: «Sono felice di rappresentare il Governo in questo evento. Ho ricevuto questo riconoscimento in carriera e conosco la sua valenza per un atleta. Veniamo da un momento difficile per la pandemia, ma questa cerimonia ci dà il termometro del momento dello sport italiano. Il CONI ha fatto bene a separare questa cerimonia da quella che si svolgerà a Roma per i vincitori del 2021. Milano insieme a Cortina rappresentano le città olimpiche del 2026. Complimenti ai premiati: viva l'Italia e viva lo sport».

Oltre ai campioni mondiali delle discipline olimpiche, come già accaduto negli scorsi anni, hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento anche atleti che si sono fregiati del titolo iridato prima del 1995, in questo caso gli azzurri di vela e ciclismo.

Importante riconoscimento anche per uno storico sci club italiano, l'US Asiago, che ha ricevuto il Collare d'Oro riservato alle società sportive. A ritirare il premio la presidentessa Roberta Rodeghieri e l'ex atleta Sergio Rigoni.

Presente all'evento anche Federico Pellegrino, entrato a far parte del Consiglio del CONI in quota atleti pochi mesi fa.

Questo l’elenco dei premiati:

ATLETI

Sport Invernali   
Dominik Paris (Sci Alpino, SuperG-Campione Mondiale 2019)
Dominik Windisch (Biatlon, Mass Start – Campione Mondiale 2019)
Dorothea Wierer (Biathlon, Mass Start – Campionessa Mondiale 2019 e Inseguimento e Prova Individuale – titoli iridati 2020)
Federica Brignone (Sci Alpino, vincitrice Coppa del Mondo 2020)

Motociclismo     
Enea Bastianini (Moto 2, Campione Mondiale 2020)

Nuoto Pinnato   
Stefano Figini (per i risultati e i successi conquistati in carriera)

 

Campioni del passato

Ciclismo    
Vittorio Adorni - Corsa su Strada Pro – 1968    
Marino Basso - Corsa su Strada Pro – 1972      
Felice Gimondi - Corsa su Strada Pro – 1973    
Francesco Moser - Corsa su Strada Pro 1977 e Corsa su Pista Inseguimento 1976
Giuseppe Saronni - Corsa su Strada Pro – 1982
Moreno Argentin - Corsa su Strada Pro – 1986
Maurizio Fondriest - Corsa su Strada Pro – 1988       
Gianni Bugno - Corsa su Strada Pro – 1991, 1992               
Renato Bongioni - Corsa su Strada Dilettanti – 1962 
Vittorio Marcelli - Corsa su Strada Dilettanti – 1968 
Claudio Corti - Corsa su Strada Dilettanti – 1977       
Gianni Giacomini - Corsa su Strada Dilettanti – 1979
Mirco Gualdi - Corsa su Strada Dilettanti – 1990       
Danilo Grassi – Corsa Cronometro a squadre – 1962
Mario Maino - Corsa Cronometro a squadre – 1962 
Antonio Tagliani – Corsa Cronometro a squadre – 1962     
Dino Zandegù – Corsa Cronometro a squadre – 1962        
Severino Andreoli - Corsa Cronometro a squadre – 1964   
Ferruccio Manza - Corsa Cronometro a squadre – 1964     
Pietro Guerra - Corsa Cronometro a squadre – 1964, 1965
Luciano Dalla Bona - Corsa Cronometro a squadre – 1964, 1965
Mino Denti - Corsa Cronometro a squadre – 1965    
Giuseppe Soldi - Corsa Cronometro a squadre – 1965        
Roberto Fortunato - Corsa Cronometro a squadre – 1987 
Mario Scirea - - Corsa Cronometro a squadre – 1987         
Flavio Anastasia - Corsa Cronometro a squadre – 1991      
Andrea Peron - - Corsa Cronometro a squadre – 1991       
Gianfranco Contri - Corsa Cronometro a squadre – 1991, 1993  
Luca Colombo - Corsa Cronometro a squadre – 1991
Rossano Brasi - Corsa Cronometro a squadre – 1993         
Cristian Salvato - Corsa Cronometro a squadre – 1993       
Antonio Castello - Corsa su Pista inseguimento a squadre – 1966
Gino Pancino - Corsa su Pista inseguimento a squadre – 1966    
Luigi Roncaglia - Corsa su Pista inseguimento a squadre – 1966, 1968 
Lorenzo Bosisio - Corsa su Pista inseguimento a squadre – 1968
Giorgio Morbiato - Corsa su Pista inseguimento a squadre – 1968, 1971
Pietro Algeri - Corsa su Pista inseguimento a squadre – 1971     
Roberto Amadio - Corsa su Pista inseguimento a squadre – 1985
Massimo Brunelli - Corsa su Pista inseguimento a squadre – 1985
Giampaolo Grisandi - Corsa su Pista inseguimento a squadre – 1985   
Claudio Golinelli – Corsa su Pista Pro Velocità individuale – 1989
Luigi Borghetti – Corsa su Pista Velocità individuale – 1968        
Bruno Gonzato – Tandem – 1967  
Dino Verzini - Tandem – 1967        
Walter Gorini - Tandem – 1968     
Giordano Turrini - Tandem – 1968 
Gianni Sartori – Corsa Su Pista Dilettanti km partenza da fermo - 1969

Vela

Giuseppe Milone – Classe Tempest – 1975      
Roberto Mottola di Amato – Classe Tempest – 1975
Giorgio Gorla – Classe Star – 1984 
Luca De Pedrini – Classe Windsurfer – 1988    
Alessandra Ingangi – Classe Europa – 1989      
Chiara Calligaris – Classe Europa – 1989 
Angelo Glisoni – Classe Tornado – 1991 
Roberto Benamati - Classe Star – 1991                               

 

PERSONALITÀ SPORTIVE

Sabatino Aracu
Riccardo Fraccari 


Società Sportive

Cagliari Calcio S.p.A.    
Unione Canottieri Livornesi A.S.D. 
Circolo della Spada di Vicenza A.S.D.      
Associazione Bocciofila Savonese A.S.D. 
Unione Sportiva Asiago Sci A.S.D.

Tuttosport

PALMA D'ORO AL MERITO TECNICO

Sergio Scariolo – Pallacanestro     
Massimo Barbolini – Pallavolo      
Fabrizio Curtaz – Sport Invernali   
Alberto Ghidoni – Sport Invernali

 

STELLA D'ORO AL MERITO SPORTIVO

Agenzia Ansa      
Sport Mediaset

 

Tra gli insigniti – che non parteciperanno alla cerimonia per motivi personali - figurano anche Gregorio Paltrinieri (Nuoto, 800 stile libero,  Mondiale 2019), Andrea Cassarà (Scherma, fioretto, Mondiale a squadre 2018), Flavio Vanzella (Ciclismo, Corsa Cronometro a squadre – Mondiale 1987), Sante Ranucci (Ciclismo, Corsa su Strada – Mondiale 1955), Rosario Fina (Ciclismo, Corsa Cronometro a squadre – Mondiale 1993), Tommaso Chieffi (Vela, Classe 470 – Mondiale 1985), Mario Salani (Vela, Classe Star – Mondiale 1991), Francesco Bruni (Vela, Classe Laser – Mondiale 1994), Marco Maria Scolaris (Presidente International Federation of Sport Climbing),        

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: