Sci di fondo | 21 ottobre 2021

Sci di Fondo - La FIS ha ispezionato la pista olimpica di Zhangjiakou: "Un lavoro impressionante"

Con grande soddisfazione il direttore di gara della Coppa del Mondo FIS, Pierre Mignerey, ha commentato la sua ispezione all'impianto olimpico: "Coordinati tutti i dettagli più importanti per garantire gare sicure e senza intoppi"

Foto FIS

Foto FIS

Le Olimpiadi di Pechino non sono così distanti, ma la pandemia di covid-19 non ha permesso le tradizionali competizioni, cosìddette pre-olimpiche, che solitamente si svolgono l'anno precedente l'evento.

Nei giorni scorsi, a pochi mesi dalla cerimonia d'apertura del prossimo 4 febbraio, una delegazione della FIS, composta dal direttore di gara Pierre Mignerey e dall'assistente direttore Michal Lamplot, si è recata in Cina per ispezionare l'impianto che ospiterà le competizioni di sci di fondo. L'impianto è collocato nell'area di Zhangjiakou, nella provincia di Hebei, 220 km a nord-ovest di Pechino. Il luogo stesso si chiama Kuyangshu Nordic Center e ospiterà le gare di sci di fondo, combinata nordica, salto con gli sci e biathlon.

Nel comunicato stampa diffuso dalla FIS, Mignerey ha commentato con soddisfazione i progressi fatti all'impianto in questo periodo: «A tre mesi dall'inizio dei Giochi Olimpici Invernali del 2022, ci aspettavamo che tutte le funzionalità di base fossero organizzate e in atto. È stato impressionante vedere il lavoro e i progressi che il team del Comitato Organizzatore, la città di Zhangjiakou e il proprietario della sede con le loro squadre sono stati in grado di realizzare nonostante la pandemia. Abbiamo avuto la possibilità di visitare tutti gli impianti in loco e coordinare i dettagli più importanti per garantire gare sicure e senza intoppi. Il team di FIS Cross-Country ringrazia tutte le persone coinvolte per la loro dedizione e la grande organizzazione dell'ispezione».

Nel comunicato stampa, la FIS ha poi ricordato che la costruzione dell'impianto è iniziata nel 2016 e con l'ispezione finale a metà ottobre, sono stati discussi gli attuali lavori di avanzamento sui campi di gara, la sede generale, la logistica e gli orari. Una revisione finale e un'ispezione di omologazione hanno dimostrato che i campi di gara e lo stadio soddisfano i requisiti tecnici e le specifiche elencate nella FIS ICR (International Competition Rules). Gli eventi di prova si sono svolti con gli atleti nazionali. Una caratteristica speciale del percorso è la sua quota a 1'800 m.

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: