Olimpiadi | 10 novembre 2021

Slittino - Il giudizio di Zoeggeler sull'incidente di Sochowicz a Yanqing: "Queste cose non devono succedere"

Slittino - Il giudizio di Zoeggeler sull'incidente di Sochowicz a Yanqing: "Queste cose non devono succedere"

Dopo il drammatico incidente occorso a Mateusz Sochowicz, a causa di un clamoroso errore degli addetti alla pista, stanno proseguendo gli allenamenti ufficiali organizzati dalla Federazione Internazionale dello Slittino (FIL) sulla pista olimpica del “Yanqing National Sliding Centre”. L'Italia è presente con Kevin Foschnaller, Dominik Fischnaller, Lukas Gufler e Leon Felderer nel singolo maschile, Andrea Voetter, Nina Zoeggeler, Sandra Robatscher, Marion Oberhofer e Verena Hofer nel singolo femminile, oltre ai doppi Nagler/Malleier, Rastner/Rieder e Rieder/Kainzwaldner.

All'ufficio stampa della FISI, il direttore tecnico azzurro Armin Zoeggeler è tornato sul drammatico incidente dell'atleta polacco, riconoscendo gli errori dei cinesi. «Gli addetti alla pista, che sono personale del posto, hanno dimenticato di abbassare la sbarra. L’incidente al polacco è una cosa che non deve succedere, è stata una dimenticanza dgli addetti alla pista che non hanno aperto una barriera lungo il tracciato per far confluire il tracciato maschile in quello femminile. Purtroppo è mancata la comunicazione fra addetti, faremo in modo che non succeda più in futuro».

Armin Zoeggeler ha quindi parlato dei test e descritto la pista: «Ogni squadra ha a disposizione tante giornate per studiare le piste, in questa prima fase l’attenzione è rivolta soprattutto alla consocenza di ciascun punto, perchè si tratta della prima prova per tutti. Agli atleti sembra molto tecnica, con una velocità sui 130 km/h, dove la guida fa la differenza ed è divertente. Nei prossimi giorni cominceremo a sperimentare i vari materiali costruiti nel corso dell’estate, i nostri tecnici utilizzeranno tre o quattro tipi di pattini da far girare per i più esperti, mentre per i giovani è più importante conoscere la pista».


G.C.

Ti potrebbero interessare anche: