Sci di fondo | 27 novembre 2021

Sci di Fondo - La gioia di Karlsson: "Sentivo di avere tutto sotto controllo"

Sci di Fondo - La gioia di Karlsson: "Sentivo di avere tutto sotto controllo"

È stata una bellissima giornata per Frida Karlsson che ha sbancato Ruka conquistando il successo nella 10 km in tecnica classica, mettendosi alle spalle Therese Johaug. 13”7 di vantaggio, che le permetteranno di iniziare l’inseguimento con un margine di 14” sulla norvegese.

Al termine della gara la svedese ha espresso la propria soddisfazione al microfono della FIS. «Sono super felice – ha affermato – mi sentivo molto forte oggi, avevo la sensazione di avere tutto sotto controllo fin dall’inizio. Penso di essermi divertita a sciare oggi. Arrivare in questa maniera al via di questa stagione è una cosa molto bella, in quanto sarà un’annata eccitante essendoci le Olimpiadi. Sento di avere la situazione sotto controllo».

«È stato un ottimo inizio da parte mia – ha aggiunto ai media svedesi – qualcosa su cui costruire. Ho sentito di avere sempre la situazione sotto controllo e una marcia in più nel finale. Mi sentivo imbattibile oggi».

Ovviamente non sarebbe Frida Karlsson se non ci fosse stata anche una coda particolare nel dopo gara. La svedese è sembrata piuttosto sofferente sulla sedia del leader di gara: «Non mi sentivo più le dita – ha raccontato a SVT – quando mi fermo inizio a sentire il gelo». La svedese è stata aiutata anche da Krista Pärmäkoski e dalla stessa Johaug, poi è stata portata all’interno dallo staff medico svedese.

Jan Wall ha chiarito: «All’interno della tenda dove si cambiano c’erano un po’ di stufe. L’abbiamo fatta scaldare e le abbiamo fatto indossare vestiti asciuti, dopo averle fatto qualche massaggio».

Finita? No, altrimenti non sarebbe Frida Karlsson, che nel bene o nel male offre spunti per una decina di articoli al giorno ai media svedesi. Dopo la gara, infatti, Frida si è forse avvicinata troppo a una stufa e i suoi pantaloni hanno preso fuoco. Niente di spaventoso, la svedese ha dovuto salire sul podio con i pantaloni di una persona dello staff tecnico.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: