Sci di fondo | 03 dicembre 2021

Sci di Fondo - La soddisfazione di Greta Laurent: "Sono contenta, in pista mi sono piaciuta"

Sci di Fondo - La soddisfazione di Greta Laurent: "Sono contenta, in pista mi sono piaciuta"

Aveva tanta voglia di fare bene, dopo aver faticato nell’esordio di Ruka, a causa anche di un brutto raffreddore che l’aveva debilitata nell’avvicinamento alla competizione, che con il freddo finlandese le aveva reso le cose ancora più complicate. A Lillehammer, una volta guarita, Greta Laurent è stata protagonista di una grande prestazione, a partire dalla qualificazione, da lei conclusa al quarto posto. Un risultato già importante, in quanto quest’anno il primo segmento di gara assegna preziosi punti di Coppa del Mondo, ben 8 per lei nella giornata odierna.

Ma la valdostana delle Fiamme Gialle ha fatto ancora di meglio, combattendo con il coltello tra i denti in un quarto di finale tutt’altro che semplice, con Ribom, Myhrvold, Van der Graaff, Carl e Lindrström, chiudendo seconda e passando così in semifinale. Lì, in una batteria durissima, fino al contro rettilineo conclusivo è stata in lotta addirittura per la finale, chiudendo quinta e con un nono posto complessivo, regalando all’Italia la prima top ten femminile della stagione.

«Sono contenta soprattutto perché ero rimasta un po’ scottata dalla gara di Ruka – ha affermato la valdostana delle Fiamme Gialle a Fondo Italiaanche se conoscevo il motivo per cui non ero riuscita ad esprimermi: ero arrivata in Finlandia con un brutto raffreddore e i giorni di avvicinamento non erano stati dei migliori, faticavo a respirare. A distanza di una settimana, risolta questa problematica, le sensazioni sono decisamente cambiate. Ci tengo anche a ringraziare gli skiman perché avevo degli sci buonissimi».

Laurent è fiera di quanto ha fatto: «In pista mi sono piaciuta, nelle batterie ho cercato di far valere il mio quarto tempo. Ce l’ho messa tutta anche in semifinale, ci ho creduto, ma mi è mancato il contro rettilineo prima dell’ultima curva. Peccato perché mi trovavo in una batteria veloce. Sono contenta di come mi sono sentita fisicamente e di testa. Adesso si va avanti».

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: