Sport vari | 27 dicembre 2021

Short Track - Nazionale italiana da oggi in raduno con Gouadec; Natale in quota e con poche distrazioni per Arianna Fontana

Short Track - Nazionale italiana da oggi in raduno con Gouadec; Natale in quota e con poche distrazioni per Arianna Fontana

Pochi panettoni e feste in famiglia per gli azzurri dello Short Track. Dopo la breve pausa natalizia durante la quale buona parte dei 10 selezionati per i Giochi Olimpici di Pechino 2022 si è recata a Roma al Quirinale per assistere alla consegna del tricolore da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, azzurri e azzurre da oggi tornano ad allenarsi sul ghiaccio del centro federale di Bormio.

Novità assoluta, il ritorno alla balaustra nel ruolo di tecnico responsabile della nazionale, Kenan Gouadec. Già tecnico dal 2011 e poi dal 2014 al 2018 direttore tecnico e capo allenatore della Nazionale italiana di Short Track che aveva guidato con buoni risultati nei Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang 2018, Gouadec torna a coprire le medesime cariche dopo che dal 2018 aveva continuato a collaborare con la Federghiaccio in qualità di consulente, in stretto contatto con lo staff tecnico azzurro con cui coordinava la pianificazione delle stagioni fungendo da direttore sportivo. Da tre anni residente in Australia e impegnato come High Performance Manager presso il NWS Institute of Sport di Sydney, Kenan Gouadec torna dunque sul campo alla guida delle Nazionali azzurre in sostituzione del dimissionario anch’esso canadese, Frederic Blackburn.

Ad accoglierlo naturalmente anche i dieci azzurri già selezionati dal Coni e dalla Fisg per le imminenti Olimpiadi di Pechino 2022, ovvero: Arianna Fontana (IceLab), Cynthia Mascitto (Esercito), Arianna Sighel (Fiamme Oro), Arianna Valcepina (Fiamme Gialle)  Martina Valcepina (Fiamme Gialle), Andrea Cassinelli (Fiamme Gialle), Yuri Confortola (Carabinieri), Tommaso Dotti (Fiamme Oro), Pietro Sighel (Fiamme Gialle) e Luca Spechenhauser (Carabinieri). 

Arianna Fontana che non ha nascosto il suo disappunto all’abbandono federale di Blackburn, nel quale nutriva grande fiducia. Arianna Fontana che a 39 giorni dal via deli suoi quinti Giochi Olimpici (all’attivo vanta ben 8 medaglie  a cinque cerchi, ndr) non lascia nulla ma proprio nulla al caso. Le prime tre settimane di dicembre ha scelto di dormire in quota sui 2200 metri dell’Hotel Interalpen del Passo del Foscagno per poi scendere ai 1225 m slm di Bormio, usufruendo così dei rinomati benefici legati all’ossigenazione. Niente trasferta a Roma per la consegna del tricolore, perché le tre giornate di trasferta sino alla capitale, avrebbero inciso troppo sulla programmazione del marito e allenatore Anthony Lobello, che è sempre più puntigliosa. Poche o addirittura niente leccornie natalizie, forse uno sgarro il giorno di Natale trascorso con la famiglia a Polaggia, per la campionessa olimpica Arianna Fontana, che a suo dire ha ancora un paio di chiletti da buttar giù prima di sorridere alla forma olimpica. Insomma, quando i dettagli fanno la differenza e le sue 8 medaglie olimpiche e svariate mondiali ed europee sono la dimostrazione lampante. 

Katja Colturi

Ti potrebbero interessare anche: