Combinata | 08 gennaio 2022

Combinata Nordica - Gianmoena: "Peccato per la caduta nel fondo, ci tenevo a far bene per coloro che si spaccano la schiena per noi"

Foto Newspower

Foto Newspower

Ha concluso all'undicesimo posto la sua prima assoluta gara individuale assoluta in casa, nella sua Val di Fiemme, tra Tesero e Predazzo. Veronica Gianmoena è soddisfatta della sua prestazione, anche se ancora un po' amareggiata per la caduta arrivata nel finale della mass start di sci di fondo, per colpa della quale ha perso secondi e posizioni, non permettendole di entrare nella top ten.

«Mi dispiace un po' perché puntavo tanto a questa gara per fare bene e omaggiare coloro che ci stanno lavorando da tanto e sono qui che si spaccano la schiena per noi - ha raccontato l'azzurra a Fondo Italia - nel complesso è stata una gara positiva. C'è stata la caduta nel fondo che mi ha innervosita ma non scoraggiata, perché tre quarti di gara li avevo portati a termine nel migliore nei modi».

Dopo aver rotto il ghiaccio due giorni fa nel PCR, oggi Gianmoena ha gareggiato davanti a tanti suoi parenti e amici, con una bella bandiera che univa lei e la sua amica e compagna di squadra Annika Sieff: «Gareggiare davanti alla famiglia ha fatto un bellissimo effetto, mi emoziona e dà grinta. Fortunatamente siamo atlete di alto livello e sappiamo gestire anche questo aspetto. Prima di saltare, ho visto le bandiere italiane in basso, mi sono detta che a quel punto toccava a me e ho dato tutta me stessa». 

Ora la Val di Fiemme uscirà dal calendario della combinata nordica per un paio di stagioni, dal momento che verranno ristrutturati i trampolini in vista delle Olimpiadi. Prossimo appuntamento, quindi, alla stagione 2024/25. Per allora Gianmoena ovviamente vuole crescere e migliorare ancora. «So di dover lavorare e farlo su entrambi i settori della combinata nordica, perché se si molla da una parte, come ho fatto io con il salto per migliorare nel fondo, si pagano le conseguenze, visto che ho perso qualcosa nel salto. Inoltre, non è una scusante, ma vengo da una caduta qui a Predazzo, sono riuscita a superarla ma comunque è sempre lo stesso trampolino, quindi sono andata un po' con il freno a mano tirato. In ogni caso, sono soddisfatta così e non mi posso lamentare».

La stagione non è ancora finita. Cosa chiede Gianmoena alle prossime gare? «Vorrei restare stabile e costante come ho sempre detto. Ma soprattutto vorrei mettere un po' di ansia da parte. Ecco, fortunatamente la prossima volta che gareggeremo qui lo faremo su un trampolino diverso (ride, ndr)».

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: