Salto | 11 aprile 2022

Salto con gli sci - Aumentano i punti di compensazione per il vento alle spalle!

Salto con gli sci - Aumentano i punti di compensazione per il vento alle spalle!

Nel salto con gli sci si è già al lavoro per il Gran Prix estivo e la stagione invernale 2022/23. Oltre alla preparazione dei calendari, si sta discutendo anche su alcuni cambiamenti regolamentari. Si è svolto sabato a Zurigo un incontro del Sottocomitato per l'equipaggiamento e lo sviluppo del salto con gli sci della FIS. Si è discusso di adeguamenti regolamentari riguardanti l'attrezzatura, che verranno poi sottoposti al Comitato FIS di salto con gli sci nelle riunioni di maggio. Se le proposte saranno accettate dal Comitato, saranno integrate nel regolamento del salto con gli sci a partire dalla prossima stagione.

Sono state definite le regole relative al montaggio degli attacchi di sicurezza sugli sci. A seguito di questa precisione, un attacco utilizzato lo scorso inverno, che ha causato molte discussioni durante la stagione, ora non è più consentito per problemi di sicurezza.

La commissione di esperti ha anche discusso riguardo gli scarponi da salto, dopo che varie modifiche hanno causato polemiche e persino squalifiche lo scorso inverno. Per quanto riguarda gli scarponi, sono state specificate anche le regole ed è stato formato un gruppo di lavoro, composto da esperti FIS, produttori, il rappresentante degli atleti, Jernej Damjan (SLO) e il membro polacco della sottocommissione, Lukasz Kruczek. Questo gruppo di lavoro si riunirà il 13 aprile per discutere ulteriormente la questione e lavorare su una proposta finale. Analogamente agli scarponi, ci sarà anche un gruppo di lavoro sulla punta degli sci che si riunirà il 26 aprile e presenterà anche una proposta al Comitato di salto con gli sci.

La modifica regolamentare più importante riguarda la compensazione del vento. Per la norma, che è stata attuata per la prima volta nel 2009, il fattore di compensazione per il vento in coda è stato adeguato del 21% nel 2013, ora è previsto un altro adeguamento al 50%. «Ciò si è reso necessario a causa di vari fattori riguardanti l'attrezzatura, le velocità più elevate e la tecnica di salto per avvicinare i punti di compensazione alla realtà - ha spiegato Borek Sedlak, responsabile del progetto nei mesi scorsi. - Gli atleti riceveranno punti di compensazione più alti per il vento in coda, il che aumenterà l'equità in condizioni difficili».
Il fattore più alto, come altre modifiche, sarà testato nelle competizioni del Grand Prix 2022 e potrebbe poi essere implementato per la prossima stagione invernale.


G.C.

Ti potrebbero interessare anche: