Salto | 11 aprile 2022

Salto con gli sci - FIS verso il si per le gare di volo femminili: Austria e Germania sosterranno la Norvegia

Salto con gli sci - FIS verso il si per le gare di volo femminili: Austria e Germania sosterranno la Norvegia

Il sogno di Maren Lundby si sta per realizzare. La saltatrice norvegese ha più volte protestato per la mancata concessione alle donne di saltare dai trampolini di volo. Mercoledì, però, tutto potrebbe cambiare, quando il comitato di Coppa del Mondo di salto con gli sci della FIS, dovrebbe pronunciare il suo sì alle gare di volo femminili a partire dalla prossima stagione. Un voto che rappresenterebbe una gran vittoria politica per Maren Lundby, le atlete che hanno sposato la sua causa, e per la Federazione Norvegese, che più delle altre si è battuta perché anche le donne possano saltare dai trampolini di volo.

Al corrispondente incontro di un anno fa, la proposta norvegese di gare di volo femminili, con una finale al Raw Air, venne bocciata. Nove dei 16 elettori aventi diritto avevano poi rifiutato. Tra loro c'erano grandi nazioni di salto, come Austria, Germania, Slovenia e Giappone. Fu una sorpresa per molti.

Ora ci sono molte indicazioni che il voto di mercoledì avrà un esito diverso, come svelato da Erik Røste, presidente della Federazione Norvegese di Sci, in un'intervista all'agenzia NTB: «Ci sono delle buone indicazioni. Durante il fine settimana ho avuto delle conversazioni con tre miei colleghi, i presidenti delle federazioni di Austria, Slovenia e Germania. Sia l'Austria che la Germania mi hanno confermato che sosterranno la nostra proposta».

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: