Sci di fondo | 26 maggio 2022, 14:01

Sci di fondo - Daniel Strand ha rischiato la vita cercando di percorrere 475 chilometri in un giorno

Dal profilo Instagram di Daniel Strand

Dal profilo Instagram di Daniel Strand

Era una sfida ai limiti dell’impossibile. Daniel Strand ha provato a battere il record di distanza percorsa in un giorno sugli sci di fondo. Per l’esattezza 472 km. L’atleta si è arreso a pochi km dall’obiettivo, quando, come ha confermato lui stesso, il suo corpo ha detto basta rischiando addirittura la morte.

Dopo 427 chilometri e poco più di 21 ore Strand, ha ammesso di essere stato prossimo alla morte quando il ventricolo destro è crollato e i valori di sodio nel sangue erano estremamente bassi. Inoltre, subito una rabdomiolisi, una condizione che provoca la distruzione di grandi quantità di cellule muscolari. I casi gravi possono causare insufficienza renale.

I medici dell'Hammerfest Hospital hanno anche dovuto rimuovere otto litri di liquido dai suoi muscoli e polmoni. “Mi sentivo stordito e avevo la nausea: ho dovuto ritirarmi dopo 21 ore. Poi non ricordo molto di più. Ma nella fase finale ero in grave pericolo di morte, dice Strand a Langrenn.com”.

Lo stesso Strand avverte chi vuole compiere tali imprese: “Bisogna avere rispetto per le sfide estreme. I carichi di fatica fanno paura. Non è normale per il corpo, non è costruito per quello, e non tutti sono fortunati come me e finiscono in ospedale in tempo. È permesso arrendersi, ascoltare il corpo e riprovare un’altra volta”, chiosa.

Giammarco Bellotti

Ti potrebbero interessare anche: