Sci di fondo | 29 settembre 2022, 12:20

Sci di Fondo - Northug lega il suo team a una criptovaluta: sul palco con Randi Zuckerberg, sorella del fondatore di Facebook!

Sci di Fondo - Northug lega il suo team a una criptovaluta: sul palco con Randi Zuckerberg, sorella del fondatore di Facebook!

Petter Northug non finisce mai di stupire. L'olimpionico norvegese è stato il grande protagonista in occasione del lancio della criptovaluta Crucible in Norvegia, in occasione della Oslo Innovation Week.
Al suo fianco, sul palco, Randi Zuckerberg, sorella del fondatore di facebook, Mark Zuckerberg. In questo contesto, Northug ha svelato di voler entrare nel mondo del Visma Ski Classics, portando proprio il mercato delle criptovalute nel mondo dello sci di fondo.

Northug è entrato in contatto con la piattaforma di investimento Crucible attraverso il suo stesso interesse per la criptovaluta: «Siamo, per così dire, pronti con un accordo - ha raccontato a VG - vedremo come lo faremo, ma almeno sono eccitati e pronti a crescere».
Il campione norvegese ha quindi parlato delle sue intenzioni in vista della prossima stagione del Visma Ski Classics, alla quale prenderà parte seguendo il suo graduale rientro nello sci di fondo. Gareggerà con il suo team, che si chiamerà proprio Team Northug Crucible: «Volevo avere la mia squadra. Penso che potrebbe essere eccitante. Spero dalla prossima primavera di avere una squadra a tutti gli effetti, sia femminile che maschile, con la qualità che ci consente di affermarci come team».

Insomma l'obiettivo di Northug è a lungo termine. L'olimpionico è pronto a investire, grazie a questa importante sponsorizzazione, e acquistare atleti da altri team: «Dal 1 maggio del prossimo anno, speriamo di essere pienamente operativi in vista della stagione successiva. Devo essere al lavoro durante la primavera, devo mandare messaggi e consultarmi con una seire di atleti oggi associati ad altri team». 

L'olimpionico ha le idee chiare, una squadra forte nella quale vuole essere presente anche lui: «Vogliamo una squadra d'attacco, con un numero di corridori più giovani che vogliono andare avanti e indietro in questo circuito. Penso di poter aiutare molto, sia andando io stesso ad alcune gare, sia essendo il motore principale per la squadra e un mentore. Se parteciperò ancora a più gare nel 2023/24? Potrebbe essere. Dipende da come risponde il corpo. Quest'anno ci saranno quattro, cinque o sei gare, a seconda del corpo. Poi vedremo l'anno prossimo se riuscirò ad allenarmi di più ed essere ad un livello più alto. È chiaro che alcune vittorie nelle gare di Ski Classics fanno gola. Quest'inverno non credo che ce la farò, ma se la prossima estate sarò ad un livello più alto, potrei avere una possibilità».

Anche Randi Zuckerberg ha parlato dell'evento con un messaggio scritto sul social Instagram, di proprietà della famiglia, sottolineando di aver incontrato il campione olimpico.

 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: