Notizie | 12 ottobre 2022, 15:00

Biathlon - Pasta Felicetti è il nuovo main sponsor di Lisa Vittozzi

Biathlon - Pasta Felicetti è il nuovo main sponsor di Lisa Vittozzi

Lisa Vittozzi ha rinnovato e rafforzato ancor più la propria partnership con Pasta Felicetti che diventa il suo nuovo main sponsor. Nella mattinata odierna la nuova sede del pastificio trentino, a Molina di Fiemme, ha ospitato la conferenza stampa di presentazione del nuovo rapporto di sponsorizzazione, con la carabiniera sappadina affiancata dall’amministratore delegato Riccardo Felicetti mentre lo chef stellato Alessandro Gilmozzi del ristorante El Molin di Cavalese era impegnato alla preparazione del rinfresco celebrativo.

Intervistata da Stefano Vegliani, Lisa Vittozzi oltre a ringraziare il marchio Felicetti per la rinnovata fiducia, ha attraversato con le parole le esperienze olimpiche di PyeongChang e Pechino: “molto bene il debutto Olimpico del 2018 con una straordinaria medaglia nella staffetta mista, meno l’edizione cinese nel cuore di due stagioni difficili. Ma gli ottimi risultati dell’estate hanno permesso di superare e forse chiudere questo periodo”.

Nelle ultime stagioni il biathlon ha vissuto in Italia di una rinnovata notorietà. “Negli ultimi anni è aumentata la visibilità e l’attenzione sul nostro mondo ma contemporaneamente si è elevato anche il livello delle competizioni e di conseguenza è necessario crescere gara dopo gara. Serve freddezza e la giusta mentalità: è necessario farsi trovare pronti”.

Sulle motivazioni che hanno portato Lisa a praticare il biathlon, ci scappa una battuta. “Beh, se non fai sport devi studiare e quindi…”

Battute a parte, la carabiniera di Sappada ha ricordato di essere nata “come fondista sulle orme di Pietro Piller Cottrer e Silvio Fauner, poi ho potuto approcciarmi al mondo del biathlon ed è stato divertente e così è iniziata la carriera”. 

Ed il dualismo con Dorothea Wierer che Vegliani ha paragonato al rapporto tra Coppi e Bartali?

“Abbiamo fatto un percorso insieme, siamo da anni in nazionale ed è sempre stata un punto di riferimento per me. Abbiamo due caratteri completamente diversi, ma facciamo lo stesso sport. Ora siamo in due gruppi di lavoro diversi e ognuna va per la propria strada”.

Affrontato anche il tema del cambio dei materiali che l’ha vista protagonista, con il passaggio da Rossignol a Salomon.

“Come dicevo, il livello è talmente alto che ogni dettaglio fa la differenza e bisogna inseguire la perfezione sotto ogni aspetto. Mi sono sentita di fare questo cambiamento perchè non mi sentivo soddisfatta dello stato precedente. E credo che il cambiamento possa dare un’ulteriore spinta anche a livello mentale”.

Guardando alla prossima stagione, Lisa Vittozzi svela le sue preferenze in termini di format di gara.

“Sprint ed inseguimento sono i miei format preferiti mentre l’individuale non mi hai dato grande feeling. Poi le staffette sono sempre grandi gare e credo che si potrà fare bene anche quest’anno, pur senza Dominik Windisch. Ed i giovani stanno oltretutto crescendo bene”.

La stagione che partirà tra poco più di un mese culminerà con i Mondiali di Obehof, località che in apertura di 2019 l’ha vista protagonista di una sontuosa doppietta tra sprint ed inseguimento.

“Sono state giornate assurde. Nella sprint mi sentivo piena di energie, davvero super ma non mi aspettavo di poter vincere e sono rimasta stupita del successo. Il giorno dopo mi sentivo stanchissima ma mi sono trovata a gestire e a vivere la mia seconda vittoria di fila ed Oberhof resta un tracciato pieno di bei ricordi per me. Sarà un Mondiale duro, perchè è forse la pista più impegnativa della stagione, ma non vedo l’ora. Intanto le prossime settimane saremo in Norvegia, a Sjusjøen dove faremo i primi test con le norvegesi e sono naturalmente curiosa di questi primi confronti”.

Il discorso infine cade poi sulla partnership con Pasta Felicetti.

“Sono molto contenta di questa sponsorizzazione, Riccardo e l’intero staff mi hanno sempre fatto sentire parte di una famiglia, senza alcuna pressione. Poi sono in primis una grande amante della pasta e non potrei mai farla mancare dalla mia dieta. Il mio formato preferito? Le mezze maniche all’amatriciana”.

 

Luca Perenzoni

Ti potrebbero interessare anche: